La ricerca suggerisce che uno dei modi migliori per cambiare le abitudini alimentari malsane è prima tenerne traccia.

 

La ricerca suggerisce che uno dei modi migliori per cambiare le abitudini alimentari malsane è prima tenerne traccia, il che ha senso considerando che la maggior parte di noi sottovaluta ciò che effettivamente mangiamo in un giorno. Identificando i modelli di scelte alimentari malsane nel registro che conservi, puoi iniziare a cambiarli.

Creare un “diario-registro” di alimenti che includa i seguenti elementi:

  • Data e giorno della settimana. Nota anche l’ora esatta o l’ora generale del giorno, come la mattina, l’ora di pranzo o la sera.
  • Tutti gli alimenti che mangi e bevi. Importante memorizzare con precisione tipi e quantità e includi dettagli come grassi aggiunti, zuccheri (come burro, miele e altri dolcificanti) e bevande.
  • Porzioni. Misurare o stimare le dimensioni in volume, peso o numero di articoli.
  • La tua posizione quando mangi. Scrivi dove ti trovi, se è nella tua auto, alla tua scrivania o sul divano. E se stai mangiando da solo o con qualcun altro.
  • Che cosa stai facendo mentre mangi. Presta attenzione a cos’altro potresti concentrarti, come guardare la TV o socializzare in un ristorante.
  • Il tuo umore. Come ti senti: felice, triste, stressato?

Per rendere utile il tuo “diario” alimentare, occorre imparare a non mentire a sé stessi e a scrivere ogni boccone di cibo che si mangia. Se non si registra tutto, non si avrà un utile, e terapeutico, quadro accurato delle abitudini alimentari. Per i risultati più accurati, prova a registrare l’assunzione di cibo entro 15 minuti dal momento in cui mangi. Il diario alimentare quotidiano, dicono i ricercatori, aiuta molto a rendersi responsabili.

 

 

 

Leggi anche:

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)

Leggi anche: