Percentuale di rischio ridotta del 32% in chi assume questi farmaci per il colesterolo o gli antipertensivi.

 

Uno studio condotto negli Stati Uniti e pubblicato su PLOS ONE ha esaminato centomila individui ospedalizzati per Covid e ha mostrato che i pazienti che assumevano statine prima del ricovero hanno avuto il 40% in meno di morire durante la degenza.

Non solo, anche il rischio di forme più gravi della malattia è risultato essere del 25% inferiore. Le statine sono assunte per mantenere basso il colesterolo cattivo LDL in quelle persone che non riescono a farlo tramite la semplice dieta, anche per ipercolestemia familiare.

Anche l’uso di farmaci per ridurre la pressione, specialmente negli individui ipertesi o con problemi cardiovascolari, ha mostrato risultati analoghi.

Al momento quindi gli esperti raccomandano di continuare l’uso di tali farmaci in chi li assume, anche come forma di protezione dal contrarre sintomi gravi della malattia. Non esistono studi invece riguardanti l’uso di statine in persone normali come arma anti Covid.

 

 

 

Leggi anche:

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)