Uno studio dell’Università di San Diego lega l’uso cronico dei dispositivi ai cambiamenti infiammatori in tutto il corpo; i risultati dipendono anche dal gusto della sigaretta elettronica‎.

 

 

 

‎I ricercatori della University of California San Diego School of Medicine riferiscono che l’uso quotidiano di sigarette elettroniche di quarta generazione altera lo stato infiammatorio in più sistemi di organi tra cui cervello, cuore, polmoni e colon.

Gli effetti variano anche a seconda del sapore della sigaretta elettronica e possono influenzare il modo in cui gli organi rispondono alle infezioni, come SARS-CoV-2.‎ ‎Lo studio è stato pubblicato il 12 aprile 2022 sulla rivista ‎‎eLife‎‎,

‎”Le sigarette elettroniche a base di cialde sono diventate popolari solo negli ultimi cinque anni circa, quindi non sappiamo molto sui loro effetti a lungo termine sulla salute”, ha detto l’autrice senior dello studio Laura Crotty Alexander, professore associato di medicina presso la UC San Diego School of Medicine e capo sezione del Pulmonary Critical Care presso Veterans Affairs San Diego Healthcare System.‎

‎Nonostante la loro popolarità, la ricerca sulle sigarette elettroniche è stata in gran parte limitata a studi sull’uso a breve termine, dispositivi più vecchi, come vaporizzatori, con concentrazioni di nicotina significativamente più basse rispetto ai moderni sistemi ricaricabili basati su cialde.‎

‎Il team di Crotty Alexander si è concentrato sul marchio di sigarette elettroniche più importante negli Stati Uniti e sui suoi sapori più popolari: menta e mango.

Giovani topi adulti sono stati esposti ad aerosol tre volte al giorno per tre mesi. I ricercatori hanno quindi cercato segni di infiammazione in tutto il corpo.‎

‎Gli autori hanno visto gli effetti più sorprendenti nel cervello, dove diversi marcatori infiammatori erano elevati. Ulteriori cambiamenti nell’espressione genica neuroinfiammatoria sono stati notati nel nucleo accumbens, una regione del cervello fondamentale per i processi cognitivi dell’avversione, motivazione, ricompensa e molteplici meccanismi di rinforzo dell’azione.

I risultati sollevano grandi preoccupazioni, hanno detto, poiché la neuroinfiammazione in questa regione è stata collegata ad ansia, depressione e comportamenti di dipendenza, che potrebbero esacerbare ulteriormente l’uso di sostanze.‎

‎”Molti fumatori sono adolescenti o giovani adulti il cui cervello è ancora in via di sviluppo, quindi è importante capire cosa potrebbe accadere nel loro cervello e come ciò potrebbe influenzare la loro salute mentale e il comportamento”, ha detto Crotty Alexander.‎

‎L’espressione genica infiammatoria è aumentata anche nel colon, in particolare dopo un mese di esposizione alla sigaretta elettronica e potrebbe aumentare il rischio di malattie gastrointestinali. Al contrario, il cuore ha mostrato una diminuzione dei livelli di marcatori infiammatori. Gli autori hanno detto che questo stato di immunosoppressione potrebbe rendere il tessuto cardiaco più vulnerabile alle infezioni.‎

‎Mentre i polmoni non hanno mostrato segni di infiammazione a livello tissutale, sono stati osservati nei campioni numerosi cambiamenti nell’espressione genica.

‎I ricercatori hanno anche scoperto che la risposta infiammatoria di ciascun organo variava a seconda dell’aroma utilizzato. Ad esempio, i cuori dei topi che inalavano aerosol alla menta erano molto più sensibili agli effetti della polmonite batterica rispetto a quelli che inalavano aerosol al mango.‎

‎”Questa è stata una vera sorpresa per noi”, ha detto Crotty Alexander. “Questo ci mostra che anche le sostanze chimiche aromatiche causano cambiamenti patologici. Se qualcuno che usa frequentemente sigarette elettroniche al mentolo è stato infettato da COVID-19, è possibile che il suo corpo risponda in modo diverso all’infezione. “‎

‎Ogni organo ha il proprio ambiente immunitario finemente sintonizzato e l’uso di sigarette elettroniche potrebbe portare a molti effetti sulla salute a lungo termine, hanno scritto gli autori.‎

‎”È chiaro che ogni marca di dispositivo e aroma deve essere studiato per determinare come influisce sulla salute in tutto il corpo”, ha detto Crotty Alexander.‎

 

 

 

 

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)

.