Ricercatori scoprono una molecola che promuove la produzione di cellule tumorali nel carcinoma mammario triplo negativo.

 

 

Un team di ricercatori dell’Università di Hiroshima ha scoperto una molecola che promuove la produzione di cellule tumorali.

Questa molecola può rivelarsi un potenziale bersaglio terapeutico nel trattamento del carcinoma mammario triplo negativo, una forma aggressiva di carcinoma mammario.

Il loro lavoro è stato pubblicato sulla rivista Molecular Cancer Research il 18 gennaio 2024.

Il cancro al seno è il tipo più comune di cancro, classificandosi al quinto posto tra tutti i tumori nei decessi correlati al cancro.

Nel 2020, ci sono stati 2,3 milioni di nuovi casi di cancro al seno segnalati in tutto il mondo.

In quell’anno, il cancro al seno causò 685.000 morti.

Diversi studi hanno riportato che una molecola chiamata AIbZIP (cerniera di leucina di base indotta da androgeni) promuove un comportamento maligno in diversi tipi di cancro.

Quindi il team di ricerca ha esaminato il potenziale ruolo di AIbZIP nei tumori maligni.

La loro analisi di simulazione al computer ha rivelato che AIbZIP era altamente espresso nel sottotipo di recettore luminale degli androgeni del carcinoma mammario triplo negativo, svolgendo un ruolo significativo nella regolazione del ciclo cellulare.

Hanno identificato un nuovo meccanismo con cui AIbZIP regola la proliferazione delle cellule tumorali in questo tipo di cancro al seno.

“Abbiamo scoperto che AIbZIP è altamente sovraregolato nel carcinoma mammario triplo negativo. AIbZIP svolge un ruolo cruciale per l’iperproliferazione delle cellule di carcinoma mammario triplo negativo promuovendo la degradazione di p27, un regolatore negativo per la proliferazione cellulare. Il nostro studio indica che AIbZIP può essere un potenziale bersaglio terapeutico del carcinoma mammario triplo negativo”, hanno detto Atsushi Saito, professore associato e Kazunori Imaizumi, professore presso il Dipartimento di Biochimica, Graduate School of Biomedical and Health Sciences, Università di Hiroshima.

Il cancro al seno si divide in tre tipi. Questi tipi, definiti principalmente dall’espressione del recettore e della proteina, sono il carcinoma mammario luminale, il carcinoma mammario HER2-positivo e il carcinoma mammario triplo negativo.

Il carcinoma mammario triplo negativo non ha il recettore degli estrogeni, il recettore del progesterone o HER2 (recettore 2 del fattore di crescita epidermico umano) che si trovano negli altri due tipi di cancro al seno. Senza questi recettori, o bersagli, questo tumore è difficile da trattare.

“Tra i tumori al seno, il carcinoma mammario triplo negativo non ha bersagli terapeutici noti e una prognosi infausta. Pertanto, sono necessari nuovi bersagli terapeutici e strategie contro il TNBC”, ha detto Taichi Ito, studente del Dipartimento di Biochimica, Scuola di Specializzazione in Scienze Biomediche e della Salute, Università di Hiroshima.

Il carcinoma mammario triplo negativo è stato ulteriormente suddiviso in sottotipi, in base all’espressione genica. Il recettore luminale degli androgeni è un sottotipo di carcinoma mammario triplo negativo.

Questo sottotipo rappresenta dal 15 al 20% di tutti i casi di carcinoma mammario triplo negativo.

I trattamenti recenti per il carcinoma mammario triplo negativo includono la chemioterapia, l’immunoterapia e le terapie mirate.

Questi trattamenti sono promettenti, ma non sono soluzioni ideali. I ricercatori continuano a esplorare nuovi bersagli terapeutici e strategie contro il carcinoma mammario triplo negativo.

Il sottotipo del recettore luminale degli androgeni del carcinoma mammario triplo negativo ha un’elevata espressione del recettore degli androgeni e dei geni associati alle vie ormonali androgene regolate.

Di conseguenza, i ricercatori hanno fatto molti tentativi per sviluppare nuove strategie per trattare il sottotipo del recettore luminale degli androgeni del carcinoma mammario triplo negativo con farmaci che inibiscono l’attività del recettore degli androgeni.

Tuttavia, il loro valore terapeutico è limitato e non è stato ancora raggiunto un trattamento efficace per il sottotipo di carcinoma mammario triplo negativo del recettore luminale degli androgeni.

Così gli scienziati hanno lavorato per identificare nuovi bersagli in grado di inibire la proliferazione, l’invasione e le metastasi del sottotipo di recettore luminale degli androgeni del carcinoma mammario triplo negativo.

Sono necessari ulteriori studi per verificare se questa regolazione della progressione del ciclo cellulare si verifica in altri tipi di cellule.

Il team sa che AIbZIP è altamente sovraregolato in molti tumori, tra cui il carcinoma mammario luminale e HER2-positivo.

Il nuovo percorso che hanno scoperto può contribuire ai trattamenti antitumorali in altri tipi di cancro oltre al carcinoma mammario triplo negativo.

Guardando al futuro, il team vede ancora molto lavoro da fare. Vogliono verificare il livello di espressione di AIbZIP nei tumori derivati da pazienti con carcinoma mammario triplo negativo per confermare il robusto legame tra AIbZIP e lo sviluppo del carcinoma mammario triplo negativo.

“Se siamo in grado di ridurre l’attività di AIbZIP, potrebbe portare a sviluppare la nuova strategia terapeutica contro il carcinoma mammario triplo negativo”, ha detto Imaizumi.

La ricerca è finanziata da JSPS KAKENHI; Fondazione Takeda per la Scienza; MSD Fondazione per le scienze della vita; La Fondazione UBE; il Programma del Centro di Utilizzo/Ricerca Congiunto di tipo Rete per la Scienza Medica dei Disastri da Radiazioni, il Centro di Analisi delle Scienze della Vita, il Centro di Scienze Naturali per la Ricerca e lo Sviluppo di Base, Università di Hiroshima.