Un nuovo studio dell’American Heart Association calcola la quantità e proporzione giusta di questi alimenti salutari.

 

Un mastodontico studio osservazionale condotto sull’analisi dei dati di nutrizione di oltre due milioni di persone provenienti da 26 studi in tutto il mondo realizzato dall’American Heart Association è stato pubblicato oggi sulla rivista Circulation. Si è calcolato l’esatto quantitativo di consumo di frutta e verdura per una sopravvivenza più lunga libera da malattie. Ecco i risultati.

La maggiore longevità si è riscontrata in persone che mangiano cinque porzioni di frutta e verdura al giorno, nello specifico due della prima e tre della seconda. Ma ulteriori incrementi quotidiani di queste dosi non sono associati a un maggior beneficio. La formula esatta è quindi tre piatti di verdura e due di frutta, non di più.

Sorprendentemente il maggior beneficio di questo regime alimentare si ha contro le malattie respiratorie (meno 35% di rischio di morte) mentre cancro e patologie cardiovascolari si attestano a una riduzione di rischio del 10%.

Piselli, mais, succhi di frutta e patate non danno contributo, al contrario di spinaci, lattuga, cavolo e altri vegetali a foglia larga assieme a bacche, carote agrumi e tutto quelli ricchi di vitamina C e beta carotene.

 

 

Leggi anche:

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.