Con l’arrivo dei vaccini il nuovo presidente degli Stati Uniti vara la sua politica contro il coronavirus.

 

Con i casi COVID-19 in aumento e nuovi casi di varianti altamente trasmissibili identificati negli Stati Uniti, il presidente Biden ha definito un piano ambizioso per fornire una leadership federale per affrontare la crisi pandemica, afferma l’esperto di salute pubblica della Virginia Tech dell’UVA Lisa M. Lee.

“Ci sono molte caratteristiche importanti nel piano: la risposta sarà basata sulla scienza e sull’equità; fornirà coordinamento federale e supporto per la logistica e una guida coerente; e si impegnerà nuovamente con la comunità globale per prevenire simili sfide future”, afferma Lee.

Lee indica i seguenti elementi chiave del piano di risposta COVID-19 di Biden.

 

  • Il presidente Biden si è impegnato a fornire almeno 100 milioni di vaccini nei suoi primi 100 giorni. Ha richiesto 25 miliardi di dollari al Congresso per aumentare la produzione e la distribuzione di vaccini. Ha ordinato alla Federal Emergency Management Agency (FEMA) di fornire supporto logistico e finanziario agli Stati tramite la Guardia Nazionale per distribuire vaccini attraverso i luoghi di lavoro, le cliniche comunitarie e i siti di vaccinazione speciali. Mentre la vaccinazione è in corso e lavoriamo per ottenere l’immunità di gregge – dove il 75-85% della popolazione è immunizzata – ha introdotto una serie di ordini esecutivi per aiutare a tenere sotto controllo l’attuale ondata.
  • Ha richiesto mascherine obbligatorie in tutte le proprietà federali, negli edifici federali e in tutte le interazioni federali. Le mascherine sono necessarie anche per qualsiasi viaggio interstatale sui mezzi pubblici: aerei, treni e autobus interstatali. Ha chiesto di indossare una mascherina per i prossimi 100 giorni ogni volta che usciamo di casa o interagiamo con altri che non fanno parte della nostra famiglia. Le prove hanno dimostrato che le mascherine proteggono sia chi le indossa sia coloro che ci circondano e il Presidente utilizza queste prove come base del requisito.
  • Il Presidente ha informato l’Organizzazione mondiale della sanità che gli Stati Uniti parteciperanno nuovamente agli sforzi globali per tenere sotto controllo la pandemia e fungere da leader nella lotta contro le future minacce alla salute.
  • Inoltre, il presidente Biden ha incaricato i dipartimenti della difesa, della sicurezza interna, della salute e dei servizi umani, tra gli altri, di valutare l’attuale stock di scorte di pandemia, comprese le scorte di vaccinazione (aghi, siringhe, ecc.), Dispositivi di protezione individuale di alta qualità (per gli operatori sanitari e per la popolazione più ampia); e di sviluppare un piano per garantire un accesso equo a questi prodotti.

“Queste azioni, insieme agli altri aspetti del suo piano di risposta COVID-19, aiuteranno sia a breve che a lungo termine nella lotta contro il virus”, afferma Lee. “I requisiti della mascherina, nonché una maggiore produzione e un’equa distribuzione di forniture protettive efficaci aiuteranno a ridurre la diffusione durante l’attuale ondata di casi, ricoveri e decessi”.

Lee spiega anche che il dispiegamento di risorse federali per assistere i dipartimenti sanitari statali nella distribuzione di vaccini aiuterà a raggiungere più rapidamente l’immunità di gregge, portando sollievo ai sistemi sanitari sotto stress.

“La pandemia COVID-19 ci ha mostrato quanto sia collegata la nostra salute a quella di tutti gli altri. Questo è particolarmente il caso delle malattie contagiose”, afferma Lee. “Per proteggere gli Stati Uniti dalle minacce alla salute, dobbiamo assicurarci che anche gli altri siano protetti da loro. Se aiutiamo altri Paesi a identificare e affrontare nuovi virus, non solo stiamo facendo la cosa giusta, ma aiuteremo anche noi stessi”.

 

 

Leggi anche:

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.