Passare più di 52 ore alla settimana lavorando può raddoppiare la velocità di perdita dei capelli.

 

 

Lavorare troppe ore al giorno può raddoppiare le possibilità di diventare calvi. È ciò che emerge da uno studio coreano condotto alla Sungkyunkwan University School of Medicine di Seul e pubblicato sulla rivista Annals of Occupational and Environmental Medicine.

I ricercatori asiatici hanno osservato oltre tredicimila uomini (nessuna donna) tra i 20 e i 59 anni nel periodo tra il 2013 e il 2017. Sono stati divisi in due gruppi: quello dei lavoratori “normali”, che passavano cioè meno di 40 ore alla settimana alla scrivania, è quello dei lavoratori incalliti, che preferivano fermarsi in ufficio anche 52 ore alla settimana.

È di fatto il primo studio che va a vedere l’impatto del lavorare troppo sulla calvizie. I risultati hanno parlato chiaro: nel gruppo “normale” la perdita di capelli ha riguardato solo il 2% degli impiegati, mentre nell’altro gruppo la percentuale è esattamente raddoppiata, al 4%.

Le cause di questo fenomeno sono da ricercarsi nello stress: chi ne subisce di più ha un maggiore cambiamento dei livelli ormonali, cosa che non fa bene a tutto l’organismo. Un eccesso ormonale infatti può inibire la crescita dei follicoli sul cuoi capelluto.

Si ritiene inoltre che lo stress provoca una prematura entrata del capello nella fase catagen, dove il follicolo momentaneamente riposa e non produce più crescita.

Non solo. Lo choc causato dallo stress sull’organismo può far sì che molti più capelli passino alla fase telogen, successiva alla catagen, dove il capello si trova ancora nel follicolo ma tutte le attività vitali sono cessate, attendendo solo (mediamente due o re mesi) di cadere.

Di solito circa il 10% dei nostri capelli si trova in questa condizione, ma lo stress può indurre una maggior percentuale di capelli a passare in questa fase, fenomeno noto come “effluvio telogen”.

Dunque questo studio conferma che lo stress da lavoro, se accumulato pesantemente durante la settimana e senza un adeguato periodo di tempo per smaltirlo, contribuisca a velocizzare di un fattore due la alopecia maschile.

Leggi anche:

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.