In esclusiva su Real Time il cortometraggio “Riscrivere”, promosso da MSD Italia con il patrocinio della SItI – Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica e prodotto da Brandon Box – autorizzato dal Ministero della Salute e presentato in esclusiva alla Festa del Cinema di Roma il 25 Ottobre.

 

 

 

In occasione della Giornata Internazionale contro l’HPV, REAL TIME ha trasmesso “Riscrivere”, cortometraggio realizzato da MSD Italia e diretto dal regista Mattia Lunardi.

“Riscrivere” è andato in onda in prima tv il 4 Marzo alle ore 11.00 sul canale 31 del digitale terrestre, visibile al 31 di Tivùsat e 160 di SKY, e resterà visibile streaming sulla piattaforma del gruppo, Discovery+.

Questo progetto affronta con sensibilità e profondità il tema della prevenzione oncologica per i tumori correlati al Papillomavirus in una cornice di scene di vita familiare .

Il cortometraggio racconta la storia di Linda, una giovane donna che, in un letto d’ospedale, si trova a confrontarsi con le decisioni prese nel corso della vita, ricordando i conflitti familiari e immaginando di poter “riscrivere” la propria storia e il proprio futuro.

Attraverso un sistema di passaggi temporali, il corto ci permette di viaggiare nella storia della protagonista, rivivendo momenti chiave del suo passato.

Snodandosi delicatamente tra le emozioni, i sentimenti e le incomprensioni dei protagonisti, la storia mette in luce la complessità delle relazioni personali e ci invita a riflettere sull’importanza di informarsi correttamente per poter assumere decisioni consapevoli sulla propria salute e quella dei propri cari.

Il cortometraggio “Riscrivere” è un “viaggio nel tempo” dunque che, attraverso il linguaggio onirico e metaforico del cinema, ci invita a scoprire come le scelte fatte ogni giorno siano determinanti per il nostro presente e il nostro futuro.

Andando oltre la semplice narrazione cinematografica, l’opera si propone di informare, sensibilizzare e creare consapevolezza sulla possibilità di prevenire le malattie da HPV (Human Papillomavirus), utilizzando la bella storia di Linda e della sua famiglia come veicolo per affrontare un tema di sanità pubblica di notevole rilevanza.

Il cortometraggio, che è stato autorizzato dal Ministero della Salute1, può essere utilizzato anche per la didattica nelle scuole e rappresenta un passo significativo nella direzione di una società informata e impegnata nella tutela della salute di tutti.

L’infezione da Papillomavirus (HPV – Human Papilloma Virus), infatti, è la più frequente infezione sessualmente trasmessa.

L’HPV è stato classificato come il secondo agente patogeno responsabile di cancro nel mondo.

Può causare tumori di cervice uterina, ano, vagina, vulva, pene, cavità orale, faringe e laringe.

Prevenire i tumori HPV-correlati è possibile grazie alla collaborazione tra prevenzione primaria e secondaria, fino a poter raggiungere l’eliminazione di alcune di queste neoplasie, come raccomandato dall’OMS5, dalla Commissione Europea e dal nostro Ministero della Salute.