La  Dott.ssa Dawn Mussallem, Medicina Integrativa e Salute, Mayo Clinic, Jacksonville, Florida, spiega qual è la dieta da seguire per le persone a cui è stato diagnosticato.

 

 

 

 

Ci sono alimenti specifici che si dovrebbero mangiare o evitare per chi ha recentemente avuto una diagnosi di cancro?

Non si tratta di un alimento e non si tratta di una dieta, spiega la Dott.ssa Dawn Mussallem, Medicina Integrativa e Salute, Mayo Clinic, Jacksonville, Florida.

Si tratta di un modello dietetico. Il modello dietetico raccomandato da organizzazioni come l’American Institute for Cancer Research e l’American Cancer Society è una dieta a base di cibi integrali e a predominanza vegetale.

È fondamentale mangiare cibi il più vicino possibile alla natura, non quelli prodotti in fabbrica. Metà del piatto dovrebbe essere costituito da una vasta gamma di frutta e verdura colorata, un quarto di cereali integrali e il resto da fonti sane di proteine, soprattutto da fonti vegetali.

Gli alimenti ultraprocessati sono alimenti confezionati e prodotti in fabbrica (pizza surgelata, pasti al microonde, patatine, pasticcini, cupcake, muffin, carne lavorata, bevande zuccherate).

Questi alimenti hanno spesso ingredienti difficili da pronunciare. Gli studi dimostrano che il consumo di alimenti ultraprocessati è direttamente collegato alla mortalità prematura o ai decessi per tutte le cause.

Gli studi sul cancro condotti in paesi che dove non si consumano quasi la quantità di alimenti ultraprocessati rispetto agli americani mostrano che non solo gli alimenti ultraprocessati aumentano il rischio di insorgenza del cancro, ma dopo una diagnosi di cancro, questi alimenti aumentano il rischio di mortalità.

Quando mangi cibi ultraprocessati, stai togliendo l’opportunità al tuo corpo di ottenere cibi ricchi di nutrienti con vitamine, minerali, fitonutrienti e fibre che possono aiutare a combattere il cancro e tenerlo lontano.

La carne lavorata, che spesso include hot dog, salumi e salsicce, è classificata come cancerogena di gruppo 1 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Per proteggersi dal cancro, gli studi dimostrano che sarebbe meglio evitare questi alimenti. Per le tue fonti di proteine, mangia cibi come tofu, edamame, tempeh, pesce, pollame e legumi.

Includono cose come lenticchie, piselli e fagioli (neri, borlotti, rognoni, ceci, ecc.). Non solo stai sostituendo le proteine animali quando consumi legumi e soia, ma otterrai anche molte fibre.

Gli alimenti a base di soia sono sicuri per tutti i malati di cancro e sono un’ottima fonte di proteine vegetali. Gli studi dimostrano che la soia può migliorare la sopravvivenza dopo il cancro al seno.

Una recente meta-analisi dell’American Institute for Cancer Research Global Cancer Update Program ha mostrato che per ogni aumento di 10 grammi di fibre nella dieta, la sopravvivenza dopo la diagnosi di cancro al seno è migliorata del 13%.

I benefici per la salute della fibra includono il miglioramento del colesterolo, la regolazione della glicemia, la salute dell’intestino e la digestione e il controllo del peso. Inoltre, noci e semi contengono acidi grassi sani di cui il tuo corpo ha bisogno e sono un’ottima fonte di fibre e proteine. Ma sono anche ricchi di calorie, quindi fai attenzione alle dimensioni della porzione.

Cerca di eliminare gli alimenti ultraprocessati e consumare principalmente cibi integrali a predominanza vegetale:

  • Un’ampia varietà di verdure colorate e frutta intera (non succo di frutta).
  • Cereali integrali, come l’avena tagliata a ruba, la quinoa, il riso integrale e l’orzo, solo per citarne alcuni.
  • Proteine da fonti non animali.
  • Alimenti che non sono prodotti in una fabbrica.
  • Bevi acqua, non bevande zuccherate.