La novità è che tra i nuovi sintomi della variante Omicron del Covid ce ne sarebbero alcuni che sicuramente non possono essere confusi con quelli del raffreddore.

 

Il lavoro di ricerca sulla variante Omicron del Covid ha portato ad individuare un nuovo campanello d’allarme, un nuovo sintomo al quale prestare attenzione: parliamo delle irritazioni e delle macchie sulla pelle, tecnicamente di rash cutanei.

I sintomi comuni, come noto, sono tosse, febbre, mal di gola e in alcuni casi perdita del gusto e dell’olfatto. Ad eccezione della perdita del gusto e dell’olfatto, che non è un sintomo caratteristico di Omicron, gli altri possono facilmente essere confusi con un banale raffreddore o una banale influenza.

La novità è che tra i nuovi sintomi della variante Omicron del Covid ce ne sarebbero alcuni che sicuramente non possono essere confusi con quelli del raffreddore.

Parliamo dei rash cutanei sulle mani, sui piedi e sui gomiti. Ma cosa sono i rash cutanei? Provando a semplificare, si tratta di irritazioni.

La pelle cambia colore, si arrossa e spuntano dei piccoli puntini rossi. Come quando si tocca una pianta di ortica o di edera velenosa.

Se non trattati subito, si può aggravare con la formazione di bolle o squame. Al contrario, Omicron o no, con l’adeguato trattamento possono risolversi anche in pochi giorni e senza problemi particolari.

 

 

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)

.