Questa nuova forma del virus potrebbe addirittura essere più debole della variante Omicron e della variante Delta.

 

È stata individuata a Cipro una nuova variante del Covid, chiamata Deltacron: si tratterebbe di un incrocio tra la variante Delta e la variante Omicron. I primi studi condotti sulla nuova variante hanno portato alla scoperta di caratteristiche riconducibili alle due varianti che con la loro rapida diffusione hanno messo e stanno mettendo in crisi l’Europa e non solo.

I ricercatori hanno identificato venticinque casi, da cui è emerso che la presenza di ‘Deltacron‘ è più alta tra i pazienti ricoverati, rispetto a quelli con sintomi lievi. Le sequenze genetiche sono state inviate al database internazionale ‘Gisaid’ per approfondire gli studi.

Ad annunciare la scoperta della nuova variante è stato Leondios Kostrikis, professore dell’Università di Cipro, citato da Bloomberg, che per primo ha riportato la notizia della scoperta e della diffusione di questa nuova variante del Covid.

Si tratta di una variante che ovviamente preoccupa. Il timore è che possa avere la rapidità di diffusione della variante Omicron e l’aggressività della variante Delta, che in termini di ricoveri ha avuto un impatto considerevole. Ma quella della Super Variante è solo un’ipotesi e neanche tanto concreta.

Questa nuova forma del virus potrebbe addirittura essere più debole della variante Omicron e della variante Delta. La verità è che i dati a disposizione sono ancora pochi e parziali. Al momento non è possibile stabilire se questo nuovo ceppo sia effettivamente più contagioso o più patologico di Omicron e Delta.

Una delle ipotesi più realistiche è che questa nuova variante possa essere soffocata dalla variante Omicron, che si diffonde rapidamente ma che non ha un impatto drammatico in termini di ricoveri e decessi.

 

 

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)

.