L’obiettivo è quello di soddisfare la domanda di latte nei prossimi anni e di eliminare gli svantaggi dell’allevamento intensivo, del lattosio, degli ormoni e degli antibiotici.

 

Il produttore olandese di ingredienti a base vegetale, Fooditive Group di Rotterdam, mira a cambiare l’opinione nei confronti degli alimenti OGM attraverso i suoi ingredienti innovativi. Dopo il grande successo ottenuto con il suo dolcificante naturale riciclato, l’azienda si sta ora espandendo alle proteine ​​del latte di provenienza non animale.

“Produrre cibo sano, e alla portata di tutti, significa che dobbiamo semplicemente preoccuparci di ogni aspetto della nostra dieta, e i prodotti non animali dovrebbero sicuramente farne parte. È la chiave per un futuro sostenibile e duraturo in grado di supportare il numero crescente di abitanti del pianeta”, ha affermato Moayad Abushokhedim, fondatore e CEO di Fooditive.

L’azienda, attraverso il suo esclusivo processo di fermentazione di precisione, si è ampliata passando dalla sola creazione di dolcificanti allo sviluppo di una polvere di caseina senza l’uso di animali. Poiché la caseina è una delle principali proteine ​​del latte che conferisce consistenza, gusto e funzionalità unici, il gruppo di Fooditive ha utilizzato il potere della scienza dell’alimentazione per fornire un ingrediente con tutte le caratteristiche della vera proteina animale.

“Comprendiamo che la produzione di organismi geneticamente modificati (OGM) alimentari sia oggetto di un dibattito costante a causa della combinazione di percezioni negative dei consumatori e di sfiducia nei confronti dei conglomerati. Il nostro obiettivo è cambiare questa situazione mostrando all’industria alimentare e ai consumatori finali un approccio innovativo per creare prodotti sostenibili”, ha affermato Niki Karatza, Product Manager di Fooditive.

L’obiettivo dell’azienda è quello di essere in grado di soddisfare la domanda di latte nei prossimi anni e di eliminare gli svantaggi dell’allevamento intensivo, del lattosio, degli ormoni e degli antibiotici. “Crediamo nella produzione di proteine ​​del latte che siano un po’ migliori per tutti”, ha affermato Moayad Abushokhedim.

La sua formazione in scienze alimentari e la sua esperienza nella fermentazione alimentare gli hanno permesso di sviluppare il suo processo unico di creazione di ingredienti a base vegetale a prezzi accessibili, semplicemente usando la magia della fermentazione.

La chiave per produrre la caseina vegana di Fooditive era capire prima la formula del latte. Ciò ha aiutato il gruppo a ricreare una versione della caseina del latte di origine non animale, utilizzando la particolare fermentazione messa a punto da Fooditive e garantendo che il processo fosse utilizzabile per l’industria alimentare.

L’idea è che questo ingrediente cambierà le regole del gioco nell’industria alimentare perché supporta la prossima generazione di latte offrendo allo stesso tempo un gusto eccezionale (sostengono i creatori di questa caseina OGM). In effetti è la prima caseina vegana disponibile per applicazioni nell’industria alimentare.

L’ingrediente è anche versatile in quanto è adatto per una varietà di applicazioni, dalle formulazioni di latte caseario a yogurt, creme e formaggi per ottenere le caratteristiche di fusione.

Fooditive prevede di lanciare sul mercato la caseina vegana nel 2022. Ma non è la prima ad arrivare a formaggi senza usare latte animale, già da tempo in Italia Sabina Baglio, chef vegano, produce ogni tipo di prodotti caseari (con il brand “Baglio.Re”) partendo da oli vegetali e usando una fermentazione naturale da lei messa a punto. E in questo caso non c’è nulla di OGM.

 

 

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)

.