Il caso suggerisce che la variante potrebbe essere circolata nel Regno Unito prima di quanto si pensasse in precedenza.

 

Un cardiologo israeliano è risultato positivo alla variante Omicron di COVID-19 dopo aver partecipato a una conferenza medica a Londra, nel Regno Unito.

Elad Maor, MD, un cardiologo interventista presso lo Sheba Medical Center vicino a Tel Aviv, ha pubblicato su Twitter il 30 novembre: “Che casino! Sono tornato da una conferenza a Londra. Con una mascherina e 3 dosi di vaccino Pfizer sono riuscito a prendere Omicron”.

Maor si è recato a Londra il 19 novembre per partecipare alla conferenza PCR London Valves 2021 tenutasi presso l’ExCeL Centre dal 21 al 23 novembre. Ha soggiornato quattro notti in un hotel nel nord di Londra e ha preso i mezzi pubblici da e per l’ExCeL Centre a East London ogni giorno della riunione. Tornò in Israele la sera del 23 novembre.

Maor, 45 anni, che ha ricevuto tre dosi del vaccino Pfizer COVID-19, ha avuto due test PCR nel Regno Unito – il 20 e il 21 novembre in linea con i requisiti di viaggio – e un altro test PCR al suo ritorno in Israele nelle prime ore del 24 novembre. Tutti e tre i test sono risultati negativi.

Ha iniziato a manifestare sintomi in pochi giorni ed è risultato positivo il 27 novembre. I suoi sintomi sono stati lievi finora, e ha detto che si sentiva “meglio” al momento del suo tweet del 30 novembre.

Maor crede di essere stato infettato durante il suo viaggio a Londra. “L’unica spiegazione ragionevole è che sono stato infettato l’ultimo giorno dell’incontro – forse all’aeroporto, forse alla riunione”, ha detto al quotidiano The Guardian.

Sebbene sua moglie lo abbia accompagnato a Londra, né lei né nessuno dei suoi 3 figli hanno manifestato sintomi o sono risultati positivi al COVID-19. Ma Maor crede di aver trasmesso l’infezione a un collega di 69 anni in Israele che da allora è risultato positivo alla variante Omicron. Il collega, che ha anche ricevuto tre dosi di vaccino, è attualmente avuto sintomi lievi.

Il caso suggerisce che la variante Omicron di COVID-19 potrebbe essere circolata nel Regno Unito prima di quanto si pensasse in precedenza.

 

 

Leggi anche:

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)

Leggi anche: