Il ministro alla Sanità britannico, Matt Hancock: “abbiamo agito con decisione e molto rapidamente. Purtroppo la nuova variante è fuori controllo. Dobbiamo metterla sotto controllo”.

 

Variante Covid-19, anche il Belgio blocca voli e treni dal Regno Unito. Vietati anche i voli per l’Italia. Il Belgio si è unito ai Paesi Bassi nel vietare i voli dal Regno Unito, interrompendo anche le connessioni ferroviarie con il Paese nel tentativo di arginare la diffusione della nuova variante del Covid-19 individuata nell’Inghilterra sud orientale. Lo ha detto il primo ministro belga, Alexander De Croo.

“Ci sono molte grandi domande su questa nuova mutazione e se essa sia già arrivato sulla terraferma”, ha affermato il premier belga in riferimento all’annuncio di un caso di Covid legato alla nuova variante nei Paesi Bassi. Il governo dell’Aia ha annunciato la decisione di vietare tutti i voli dal Regno Unito ai Paesi Bassi per contenere il possibile diffondersi della nuova variante del virus, che nelle parole del premier britannico Boris Johnson sembra diffondersi rapidamente “fino al 70 per cento” in più di quella “classica”.

Fonti stampa riferiscono che, dopo Paesi Bassi e Belgio, anche la Germania starebbe valutando di vietare tutti i voli dal Regno Unito. Una variante del Covid 19 che sta minacciando la Gran Bretagna al punto da costringere Johnson ad imporre un lockdown che induce i londinesi e il Nord-Est del Paese a “blindarsi” in casa, senza parenti e amici, durante il Natale.

Maga (Cnr) tranquillizza: “Variante non è novità, no allarmismo”. Anche se, invece, gli esperti inglesi per ora sono preoccupati. La notizia della diffusione di questa mutazione non coglie di sorpresa gli esperti che, certamente, se la aspettavano: “Non c’è nulla di sorprendente nell’aver trovato una variante del virus Sars-CoV-2 e non ci sono evidenze che dimostrino che sia più cattiva e pericolosa”, ha spiegato all’AGI Giovanni Maga, direttore dell’Istituto di genetica molecolare del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Igm). “Qualche giorno fa – ha detto – le autorità sanitarie inglesi hanno annunciato di aver trovato una nuova variante del coronavirus che sembra essere particolarmente frequente in una regione dell’Inghilterra meridionale”.

“In realtà i genetisti che guardano regolarmente le sequenze genetiche dei ceppi di coronavirus che circolano nel mondo, trovano ogni giorno nuove mutazioni. Il motivo per cui questa variante è stata oggetto di attenzione è perché alcune delle modificazioni delle sue istruzioni genetiche riguardano la regione che serve a esprimere la proteina ‘spike’ che, oltre a consentire al virus di entrare nelle cellule, è anche la componente principale dei vaccini”.

Tuttavia, Maga precisa che “non ci sono ancora dati pubblicati e quindi è quasi impossibile fare valutazioni precise. Ma da quanto traspare non sembra che questa variante sia più pericolosa delle altre e non è pure certo che queste mutazioni abbiano davvero il vantaggio di farla diffondere più velocemente”. “Naturalmente si dovranno aspettare i risultati delle prove scientifiche – continua ancora Maga – ma sappiamo che i vaccini contengono l’intera proteina spike, che quando entra nel nostro organismo viene fatta a pezzi e che ciascuno di essi può funzionare per indurre degli anticorpi. Quindi, è molto difficile che modificazioni in una sola porzione della proteina possano causare una completa resistenza ai vaccini”.

Quindi, al momento “non c’è nulla di sorprendente nell’aver trovato una variante, non è la prima che si ritrova e non ci sono evidenze che questa variante sia più cattiva. Non ci sono neppure dati certi che possa essere più infettiva ed è considerato altamente improbabile che il vaccino possa avere difficoltà a indurre una risposta protettiva anche contro questa variante proprio perché il vaccino utilizza una proteina che ha delle regioni anche molto conservate che non cambiano. Per cui nessun allarme”, ha concluso l’esperto.

 

 

Leggi anche:

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.