Walter Ricciardi, avverte: “Contagia anche chi ha fatto due dosi di vaccino, green pass solo con doppia dose”.

 

Coronavirus, ormai la variante Delta è predominante anche in Italia: un contagiato su due è Delta. E il consulente del ministero della Salute, Walter Ricciardi, avverte: “Contagia anche chi ha fatto due dosi di vaccino, green pass solo con doppia dose”.

Gran Bretagna docet. L’ultimo briefing tecnico pubblicato dal Public Health England pubblica i dati dei contagiati, dei morti e dei ricoverati vaccinati o non vaccinati, ed emerge infatti come circa il 65% dei morti e dei ricoveri sono vaccinati, mentre il 45% dei contagiati sono vaccinati.

La differenza è dovuta semplicemente al fatto che il virus sta circolando di più tra i giovani, come anche in Italia, e quindi ci sono più contagi tra i non vaccinati (che sono più giovani), ma rimane concentrato negli anziani il numero dei morti anche se hanno ricevuto entrambe le dosi di vaccino.

E il Paese che ha praticamente “imposto” all’UEFA di giocare semifinali e finale degli Europei nello stadio di Wembley senza alcuna reale restrizione e controllo sta ora pagando le conseguenze di questa scelta. I numeri sono drammatici e lo saranno ancora di più quando compariranno i contagi innescati dalla finale con l’Italia (le positività appaiono dopo 7-10 giorni dalla situazione di innesco). Non solo lo stadio ma anche i pub, gli assembramenti davanti a maxischermi, i trasporti pubblici affollati.

I dati epidemiologici ufficiali non preannunciano nulla di buono per il governo di Boris Johnson, nonostante si stia parlando del Paese che ha effettuato la campagna vaccinale in maniera più veloce nel mondo: la Gran Bretagna, difatti, è l‘unico Paese con il 90% della popolazione adulta che ha ricevuto almeno la prima dose e il 69% che ha già avuto entrambe. Nonostante questo, negli ultimi tre giorni (72 ore) si sono registrati quasi 127 mila nuovi contagi (48.553 nelle ultime 24 ore, nuovo record giornaliero dal 12 gennaio), 163 morti (63 ieri, nuovo record dal 22 marzo) e 1.582 nuovi ricoverati (ieri 582).

Il Ministero della Salute britannico ora teme che ad agosto la Gran Bretagna toccherà nuovamente le centinaia di vittime giornaliere a causa del Covid-19, varianti Delta e Kappa. Nell’ultima settimana il numero dei positivi è aumentato del 33%, il numero dei morti è aumentato del 48% e il numero dei ricoverati è aumentato del 47%. Gli ospedali del Paese sono tornati a ridosso dei 4.000 pazienti positivi ricoverati, non erano così tanti dal 31 marzo, e di questi ce ne sono 550 in rianimazione, nuovo record dal 30 marzo. Intanto l’OMS conferma: “Contagi e decessi in crescita nell’ultima settimana”. E avverte: “Forte probabilità che emergano nuove varianti più pericolose”.

Boom di casi in Asia e in Brasile, ma la curva aumenta anche in Europa con causa principale la Gran Bretagna. In Russia, 25mila nuovi casi e 791 morti covid: nuovo record assoluto di decessi. In Israele oltre 750 casi in 24 ore per il terzo giorno consecutivo. A Sidney, lockdown prolungato di altre due settimane.

I numeri nel mondo: 189.451.672 contagiati e 4.078.033 morti dall’inizio della pandemia.

 

 

Leggi anche:

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)