micrometeorite

 

Il numero è stato calcolato dal CNRS francese grazie a spedizioni in Antartide.

 

Durante la sua orbita intorno al Sole il nostro pianeta si imbatte in sciami di particelle lasciate dalle comete e in altri minuscoli corpuscoli provenienti da asteroidi.

La loro taglia non supera le poche decine di millesimi di millimetro, ma è comunque sufficiente per farle brillare quando incontrano l’atmosfera terrestre, incendiandosi per l’attrito mentre precipitano al suolo: è il fenomeno delle stelle cadenti.

Sebbene molto piccole queste particelle hanno comunque una massa, che va a influire, una volta al suolo, su quella totale della Terra. Ricercatori francesi del CNRS sono riusciti a calcolare di quanto fanno aumentare il peso del nostro pianeta.

In totale si tratta di 5.200 tonnellate ogni anno, numero che può sembrare grande (equivale a dieci autobus di linea), ma rispetto alla massa della Terra è meno di un miliardo di miliardi.

Ma, in passato, queste minime quantità possono aver influito sulla nascita della vita sulo pianeta, fornendone alcuni fondamentali ingredienti come acqua e composti organici.

Il risultato è stato ottenuto grazie a spedizioni ne corso degli ultimi vent’anni alla base italo-francese Concordia, in Antartide, dove i ricercatori hanno raccolto e analizzato campioni provenienti dallo spazio di micrometeoriti di misura compresa tra dieci e trecento millesimi di millimetro.

Si è calcolato che l’80% di questi proviene da comete e il resto da asteroidi. Meteoriti più grandi contribuiscono solo di qualche decina di tonnellate annue al computo.

 

 

Leggi anche:

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)