Si è concluso lo studio di fase III ENSEMBLE: efficacia dell’85% dopo 28 giorni anche per la variante sudafricana.

Johnson & Johnson ha annunciato oggi i risultati su efficacia e sicurezza del candidato vaccino monodose contro il Covid-19 sviluppato da Janssen basati sullo studio ENSEMBLE, a cui hanno partecipato oltre 43mila soggetti di cui 468 hanno sviluppato la malattia.

Il farmaco ha mostrato un’efficacia del 66% nel prevenire casi gravi e moderati di Covid-19 (85% quelli gravi) in persone sopra i 18 anni 28 giorni dopo l’inoculazione. L’effetto si è già dimostrato valido dopo due settimane, ma il massimo si è raggiunto dopo circa un mese. Ricordiamo che il vaccino è somministrato in un’unica dose.

Nessuno dei partecipanti, dopo 28 giorni dalla vaccinazione, ha subito ospedalizzazioni, ventilazione meccanica, ossigenazione esterna, il che ha portato a concludere che la sua efficacia nei casi gravi è superiore all’85%.

 

I numeri dello studio

Il 34% dei partecipanti era over 60 e il 55% maschi, provenienti da tre aree geografiche: Stati Uniti (44%), Centro e Sud America (41%) e Sud Africa (15%). In questo modo si è anche potuto verificare che il vaccino funziona contro la variante del virus sudafricana.

Il 41% dei soggetti aveva comorbidità che si sono dimostrate essere a rischio, quali obesità, diabete di tipo 2, ipertensione e HIV.

Il vaccino, secondo quanto dichiara l’azienda, può durare due anni se conservato a -20 gradi e tre mesi a temperature comprese tra 2 e 8 gradi.

 

 

Leggi anche:

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.