Alimentato con energia nucleare servirà per individuare asteroidi potenzialmente pericolosi per il nostro pianeta.

 

L’agenzia spaiale russa Roscosmos ha annunciato che intende realizzare una base spaziale sulla Luna dotata di telescopi per poter meglio identificare eventuali asteroidi in rotta di collisione con il nostro pianeta.

La posizione dell’osservatorio, che lavorerà in tandem con un telescopio spaziale in orbita alla Terra, è strategica perché permetterebbe di rilevare con largo anticipo potenziali minacce per il nostro pianeta.

L’intenzione dei russi di andare sulla Luna è stata manifestata dal capo dell’agenzia spaziale, Alexander Bloshenko, in un comunicato riportato dalla agenzia di stampa Tass.

Il rinnovato interesse per il nostro satellite in questo caso non avrebbe doppi fini commerciali: si tratterebbe solo di una missione scientifica e di aiuto per l’umanità intera. Infatti, oltre a monitorare asteroidi e comete, i telescopi dell’osservatorio lunare osserveranno anche gli oggetti del cielo profondo, a miliardi di anni luce da noi, là dove neanche il telescopio spaziale Hubble riesce ad arrivare.

Ancora non si conoscono i dettagli dell’operazione né le tempistiche. Però è già stato scelto il sito di insediamento, il polo sud della Luna.

In questo luogo c’è abbastanza luce per alimentare i pannelli solari e anche abbondanza di ghiaccio, sotto i bodi dei crateri sempre in ombra, da usare come liquido refrigerante per gli strumenti.

Non servirà per dissetare l’equipaggio: la stazione sarà infatti gestita solo da robot (la Russia ne ha già mandato in orbita uno quest’anno) con gli astronauti che vi faranno soltanto brevi capatine per i lavori più complessi.

Leggi anche:

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.