Rinnovo ai vertici dell’azienda biofarmaceutica specializzata in malattie rare: sette le donne nel nuovo leadership team di Sobi Italia.

 

 

 

Il nuovo anno si apre all’insegna di un rinnovo ai vertici per Sobi Italia, biofarmaceutica multinazionale specializzata nelle malattie rare con focus in ematologia, onco-ematologia, immunologia e specialty care.

Sulla scia del recente ingresso di Annalisa Adani come Vice President e General Manager di Italia, Grecia, Malta e Cipro, Sobi Italia comunica un cambio ai vertici che vede 5 nuovi membri entrare a far parte del Leadership Team dell’azienda, tutti operativi dalla sede di Milano.

Sobi è da sempre impegnata nel migliorare la qualità di vita delle persone con malattie rare.

Un campo complesso, in cui il bisogno insoddisfatto è elevatissimo: il 95% delle malattie rare non ha, ad oggi, un trattamento approvato.

Grazie all’impegno e all’esperienza acquisita negli anni, Sobi mette a disposizione della comunità di pazienti trattamenti innovativi, con un portfolio di terapie consolidato in Immunologia e nell’Area Specialistica e in continua espansione per patologie ematologiche rare come l’emofilia, la trombocitopenia immune (ITP), l’Emoglobinuria Parossistica Notturna (EPN).

L’impegno dell’azienda in ematologia tocca oggi anche nuove aree terapeutiche come il Linfoma a grandi cellule B (DLBCL).

Con un fatturato globale superiore a 18 miliardi (SEK), Sobi porta avanti con impegno, nel nostro Paese, 13 studi clinici che coinvolgono oltre 300 persone con malattie rare e 4 programmi di supporto ai pazienti.

Oltre 60 pazienti italiani sono coinvolti in progetti di early access per l’accesso a farmaci di cui hanno necessità.

Con un organico composto, in Italia, per oltre il 50% da donne, il recente cambio ai vertici riguarda più ruoli apicali, con funzioni aziendali diverse: un pool di profili di grande esperienza e competenza che vanno a costituire un Leadership Team a forte maggioranza femminile, a testimonianza dell’attenzione di Sobi per i temi di diversity, equity e inclusion.

 

 

Daniela Alessandrini, Business Unit Director Onco-Haematology & SC-I – Sobi Italia, Grecia, Malta e Cipro

Con oltre vent’anni di esperienza nel mondo pharma, ha ricoperto posizioni nell’ambito Marketing, Communications and Sales in aziende come GSK,Novartis e Roche, contribuendo alla messa a terra di lanci di prodotto in aree terapeutiche differenti, dall’ematologia ai tumori solidi fino alle malattie rare.  

 

Mirna Cadoni, Ethics & Compliance Director – Sobi Italia, Grecia, Malta e Cipro

Con oltre 16 anni di esperienza nel settore farmaceutico in aziende come UCB Pharma, Astellas Pharma e Otsuka Pharmaceutical, si specializza in ambito Ethics & Compliance, operando anche a livello globale con responsabilità in materia di comunicazione dello speak-up e con focus particolare sul consolidamento della cultura di compliance strategica.

 

Carina Fiocchi, Medical Director – Sobi Italia, Grecia, Malta e Cipro

Laureata in Medicina con specializzazione in Ematologia, ha lavorato oltre un decennio in ambito ospedaliero e per quasi 20 anni nel settore farmaceutico, in Italia e all’estero in aziende come Blueprint Medicines, Amgen, Genzyme, Roche e Novartis. Consolidata esperienza in Medical Affairs, ha guidato diversi lanci in onco-ematologia in stretta collaborazione con team cross-funzionali, guidando le persone con determinazione, entusiasmo e passione.

 

Ilaria Levati, HR Manager – Sobi Italia, Grecia, Malta e Cipro

Dopo un’esperienza decennale in Chiesi, nel 2010 entra in Sobi Italia ricoprendo più ruoli, dalle Risorse Umane al CRM alla Safety&Security, svolgendo un’attività di supporto a tutto tondo alle diverse Business Unit aziendali. Con il crescere dell’organico di Sobi Italia, che dal 2010 ha allargato costantemente la propria struttura, è la Human Resources Manager dell’azienda.

 

Deborah Parodi, Community Engagement & Communication Director  – Sobi Italia, Grecia, Malta e Cipro

Con oltre 20 anni di esperienza nell’ambito della Comunicazione Esterna e Interna, ha lavorato in aziende multinazionali (Vodafone, Bayer, Luxottica, GE Aviation, Ferrero), in Italia e all’estero, rivestendo ruoli sia locali che globali, contribuendo a costruire partnership forti e affidabili per promuovere la reputazione dell’azienda e sviluppando solide relazioni con Istituzioni e Associazioni Pazienti.

 

Pasquale Pelle, Business Unit Director Heamatology – Sobi Italia, Grecia, Malta e Cipro

Inizia la sua esperienza nel mondo pharma oltre 20 anni fa, specializzandosi nel tempo nel campo delle malattie rare e in particolare in ematologia. Ha lavorato per aziende come Novo Nordisk e Uriach. Oggi è alla guida della BU ematologia di Sobi, con responsabilità in Italia e a livello europeo.

 

Cristina Teruzzi, Governmental Affairs & Market Access Director – Sobi Italia, Grecia, Malta e Cipro

Dopo più di 20 anni di attività nel settore farmaceutico in aziende come Bracco, Novartis, Quintiles e IQVIA, entra in Sobi nel 2018 come Patient Access Director. Il suo percorso professionale in azienda la porta a ricoprire, da quest’anno, il ruolo di Governmental Affairs & Market Access Director.

 

Chiara Turingia, Finance Director – Sobi Italia, Grecia, Malta e Cipro

Con una consolidata esperienza in ambito Finance, in contesti multinazionali come Hasbro e Cameron System nel ruolo di accounting manager. Negli ultimi 10 anni ha lavorato nel mercato Pharma e Medical Device prima come Senior Finance Manager in Biogen e poi come Chief Financial Officer in Zimmer Biomet.

 

Sono orgogliosa di dare il benvenuto ai nuovi membri del nostro Leadership Team: si tratta di una squadra a forte maggioranza femminile, con cui lavorerò a stretto contatto. Grazie alla determinazione, professionalità ed esperienza di tutte e tutti, sono convinta daremo grande vigore e slancio all’azienda” ha commentato Annalisa Adani, Vice President e General Manager Sobi Italia, Grecia, Malta e Cipro.

Lavoreremo in sinergia, sempre guidati da solidi principi di integrità ed etica, per avvicinarci sempre di più al nostro obiettivo: migliorare la qualità di vita delle persone con malattie rare, creando partnership sempre più solide con la comunità scientifica, con le Associazioni e con le Istituzioni. Sono convinta che, per farlo, lo scambio e la cooperazione tra le diverse funzioni aziendali rappresentino aspetti cruciali, perché è proprio attraverso la contaminazione tra esperienze e competenze differenti che si attivano nuovi driver di crescita”.