Studio dell’Università di Milano rivela che anche il miglior amico dell’uomo è provato dalla morte di un suo simile con cui condivideva il proprietario.

 

‎I cambiamenti comportamentali ed emotivi esibiti dai cani dopo la morte di un altro cane nella stessa famiglia potrebbero essere indicativi di dolore, secondo un sondaggio effettuato su 426 proprietari di cani italiani e pubblicato ‎‎su Scientific Reports‎‎.‎

‎Sono stati ossrvati comportamenti di lutto in molti animali, tra cui uccelli ed elefanti, ma non è chiaro se i cani siano realmente addolorati.‎

‎Federica Pirrone e colleghi dell’Università di Milano hanno intervistato persone il cui cane da compagnia era morto mentre possedevano almeno anche un altro cane. Ai proprietari, di cui il 66% aveva perso il proprio cane oltre un anno prima dello studio, è stato chiesto di eventuali cambiamenti nel comportamento dei cani dopo la morte dell’altro. I proprietari hanno anche descritto la precedente relazione tra i loro cani e  dopo il lutto.‎

‎L’86% dei proprietari ha osservato cambiamenti negativi nel comportamento del cane. Il 32% ha riferito che questi sono durati tra due e sei mesi e il 25% ha riferito che sono durati più di sei mesi.

Quando è stato chiesto di descrivere questi cambiamenti comportamentali, il 67% dei proprietari ha affermato che il cane era più in cerca di attenzione, il 57% ha riferito di aver giocato meno e il 46% che l’animale era diventato meno attivo.

Il 35% dei proprietari ha riferito che il cane sopravvissuto dormiva di più ed era più pauroso, il 32% ha notatoun calo nell’alimentazione e il 30% ha riportato un aumento del piagnucolare o dell’abbaiare. Prima della perdita del proprio animale domestico, il 93% dei proprietari ha riferito che i loro cani avevano vissuto insieme per più di un anno e il 69% ha descritto il rapporto tra i loro cani come amichevole.‎

‎I ricercatori hanno scoperto che mentre il periodo di tempo in cui i due cani avevano vissuto insieme non influenzava il comportamento dei cani sopravvissuti, avere avuto una relazione amichevole con il cane deceduto e avere un proprietario in lutto rendeva più probabili cambiamenti comportamentali negativi e paura nei cani.

Ciò suggerisce che i cambiamenti comportamentali ed emotivi negativi osservati nei cani potrebbero essere dovuti sia a una reazione simile al dolore in risposta alla perdita del loro compagno sia a una reazione al dolore dei loro proprietari.

Gli autori concludono che queste risposte al dolore sono un importante problema per il benessere degli animali domestici che non è stato preso nella dovuta considerazione finora.‎

Leggi anche:

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)

Leggi anche: