È una formulazione al Manganese a dosi molto basse ma in grado di svolgere un’attività terapeutica.

 

Medesis Pharma, una società di biotecnologie farmaceutiche che sviluppa farmaci con Aonys, la sua tecnologia brevettata di microemulsione per la preparazione di principi attivi che poi si somministrano con nanogocce orali, annuncia di aver ricevuto l’approvazione per condurre uno studio clinico di Fase II per il suo NanoManganese in Brasile.

Il NanoManganese è una formulazione al Manganese a dosi molto basse ma in grado di svolgere un’attività terapeutica. Questo prodotto non è un antivirale, ma un principio attivo che ha mostrato capacità di prevenire e trattare le forme gravi di Covid-19.

È nato dalla ricerca di Medesis Pharma per lo sviluppo di un farmaco di radioprotezione per il trattamento di persone irradiate a seguito di un incidente nucleare civile o militare, nonché dopo un trattamento del cancro con la radioterapia.

Sono stati condotti studi preclinici con l’Istituto di ricerca biomedica delle forze armate (IRBA) in Francia su animali irradiati con risultati molto positivi, consentendo agli animali di sopravvivere a seguito di una dose di radiazioni letale.

In seguito all’osservazione di analogie tra gli effetti delle radiazioni e le gravi lesioni infiammatorie polmonari innescate dal coronavirus SRAS-Cov-2, si è pensato che il NanoManganese potesse consentire la cura o la prevenzione delle forme gravi di polmonite e degli stati di distress respiratorio causati dal Covid-19.

Lo stato di distress respiratorio acuto osservato con le forme gravi di Covid-19 è già stato classificato con forme gravi di altre malattie virali (influenza, epatite B, citomegalovirus, rosolia, eccetera), innescate in tutti i casi da una tempesta infiammatoria di citochine.

Ora in Brasile parte uno studio clinico di fase II per il trattamento con NanoManganese di pazienti con forme gravi di Covid-19. La sperimentazione clinica sarà condotta in otto centri ospedalieri in Brasile su 120 pazienti, suddivisi tra il trattamento (NanoManganese) e un placebo, e avrà una durata massima di 10 giorni. I risultati di questo studio sono attesi entro l’estate 2022, fatti salvi gli sviluppi dell’epidemia in Brasile. Il NanoManganese verrà somministrato in forma orale due volte al giorno.

 

 

Leggi anche:

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)

Leggi anche: