Nuova scoperta: similitudini tra le proprietà del linguaggio e i meccanismi delle mutazioni che permettono ai virus di sfuggire al sistema immunitario e ai vaccini.

 

Si chiamano meccanismi di elusione virale e sono le mutazioni con cui i virus evolvono per sfuggire alle difese del nostro sistema immunitario e alla protezione dei vaccini. Li si studia da anni, soprattutto per l’influenza e per l’HIV, ma ora al Massachusetts Institute of Technology hanno fatto una scoperta che potrebbe aiutare a predire come questi meccanismi avvengono. Capita a fagiolo, dato che siamo alle prese con le varianti del coronavirus proprio mentre si sta iniziando a immunizzare la popolazione.

Infatti i ricercatori hanno trovato una similitudine tra le regole dell’elusione virale e quelle del linguaggio umano. Utilizzando algoritmi inizialmente pensati per insegnare ai computer a capire il nostro linguaggio usando sequenze di parole si può così sperimentare una tecnica per predire le elusioni virali.

Le mutazioni virali infatti raggiungo l’elusione preservando la “sintassi” biologica che governa la l’infettività e alterando la “semantica” del virus, in modo che non sia più riconosciuto dagli anticorpi neutralizzanti, siano essi stimolati dal vaccino o naturali. Una metodologia che è proprio simile a quella del linguaggio, dove si può mantenere inalterata la costruzione di una frase (la sintassi) ma cambiandone completamente il significato (semantica).

E qui entrano in gioco gli algoritmi succitati. È stato verificato che per le proteine di HIV, influenza A e SARS-CoV-2 modelli di linguaggio appositamente sviluppati possono accuratamente prevedere elusioni virali e in quali strutture avvengono con più probabilità.

Per la proteina Spike del SARS-CoV-2, quella che usa il virus per infettare le cellule, è sono state infatti trovate le zone della struttura dove il potenziale di elusione è più marcato e dove meno.

 

 

Leggi anche:

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.