Il pianeta rosso il 13 ottobre si troverà in opposizione alla Terra, a una distanza “ravvicinata”.

Il 13 ottobre occhi al cielo: Marte si troverà in opposizione rispetto alla Terra, un’occasione per osservare il pianeta rosso in tutta la sua luminosità, cosa che si ripresenterà soltanto tra 15 anni.

Opposizione significa che i due pianeti si trovano nelle loro orbite ai lati opposti del Sole, cioè la Terra è posta sulla linea d congiunzione dei due corpi celesti: conseguenza sarà che Marte sorgerà appena tramontato il sole e tramonterà al suo sorgere.

L’opposizione del pianeta rosso si verifica ogni 26 mesi ma quella di questo mese è particolarmente interessante perché Marte si troverà a soli 62 milioni di chilometri da noi e questa vicinanza lo renderà più luminoso e più grande in cielo, evento che come detto si ripeterà solo nel 2025.

Con un piccolo telescopio, per esempio, si potrà osservarlo grande come la luna piena a occhio nudo, il che significa che i dettagli sulla sua superficie, quali le calotte polari, saranno visibili e distinguibili.

Dove lo si può osservare dunque? Il suo colore giallo-arancione lo rende ben visibile in cielo e dopo la mezzanotte sarà molto alto sulla volta stellata, guardando verso sud, con una magnitudine apparente di ben -2,6 che lo renderà l’oggetto più luminoso della serata.

 

Leggi anche:

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.