In caso di un nuovo blocco forzato in casa si ha meno stress se in compagnia di un animale domestico.

 

Non solo una scusa per uscire a far due passi: chi ha un cane (o un gatto) ha sofferto molto meno stress durante il lockdown.

Lo dice uno studio effettuato su 6.000 inglesi intervistati durante il blocco di questa primavera. La presenza in casa di un animale domestico ha rappresentato per ben il 96% delle persone una fonte di benessere, anti-stress, e salute psicofisica.

La ricerca dice che non importa la specie: qualsiasi animale da compagnia fa bene non solo per ridurre il sentimento di solitudine.

L’unica preoccupazione, dichiarata dal 68% degli intervistati, è stata la difficile accessibilità agli studi veterinari durante il periodo di emergenza.

Uno studio svedese ha invece evidenziato come nelle persone anziane che vivono sole la presenza di un animale riduce la mortalità dopo un infarto del 30%.

Leggi anche:

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.