Vaccini covid

 

L’Azienda sta testando il siero del sangue dei partecipanti agli studi sul richiamo completati e in corso per verificare l’attività neutralizzante.

 

Dalla comparsa della pandemia di COVID-19, Johnson & Johnson ha monitorato da vicino le nuove varianti emergenti di COVID-19. In collaborazione con gruppi accademici in Sudafrica e in tutto il mondo, l’Azienda ha valutato l’efficacia del suo vaccino contro il COVID-19 per diverse varianti, compresa la nuova variante Omicron che si sta diffondendo rapidamente.

L’Azienda sta testando il siero del sangue dei partecipanti agli studi sul richiamo completati e in corso per verificare l’attività neutralizzante contro la variante Omicron. Inoltre, sta lavorando a un vaccino specifico contro la variante Omicron e lo porterà avanti a seconda delle necessità.

“La nuova variante Omicron evidenzia l’importanza di sorveglianza continua, test e vaccinazioni per prevenire i ricoveri e i decessi da COVID-19. Restiamo fiduciosi nelle robuste risposte immunitarie umorali e cellulo-mediate generate dal vaccino di Johnson & Johnson contro il COVID-19, dimostrate dalla durata e dall’ampiezza della protezione contro le varianti riscontrate finora negli studi clinici”, ha dichiarato Mathai Mammen, M.D., Ph.D., Global Head, Janssen Research & Development LLC, Johnson & Johnson.

“Non ci limiteremo a questo. Basandoci sulla nostra collaborazione di lunga data con gli scienziati sul campo in Sudafrica e sugli studi di efficacia nella pratica clinica in corso con il vaccino di Johnson & Johnson contro il COVID-19, lavoreremo insieme per generare nuovi dati su Omicron. In parallelo, abbiamo iniziato a lavorare per progettare e sviluppare un nuovo vaccino contro Omicron e lo porteremo rapidamente avanti negli studi clinici, se necessario”.

 

 

Leggi anche:

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)

Leggi anche: