La Dott.ssa Elisabetta Bernardi spiega come una corretta idratazione possa facilitare la perdita di peso.

 

Con l’arrivo del caldo e della bella stagione, sono tanti gli italiani che iniziano a pensare a come perdere i chili di troppo, messi su durante l’inverno e a seguito dei lunghi periodi di lockdown. Uno degli elementi più importanti per ritrovare il giusto peso, insieme ad un’alimentazione equilibrata e all’attività sportiva, è sicuramente la corretta idratazione, fondamentale per apportare il giusto quantitativo di liquidi al proprio corpo ma anche per favorire il senso di sazietà e velocizzare il metabolismo.

Come sottolinea la dottoressa Elisabetta Bernardi, Biologa specialista in Scienza dell’Alimentazione e membro dell’Osservatorio Sanpellegrino: “Recenti indagini1 hanno dimostrato che esiste un effettivo legame tra assunzione di acqua, controllo del peso e composizione corporea: è stato rilevato, infatti, che l’acqua aumenta il tasso di lipolisi (ossia l’utilizzo dei grassi a scopo energetico) e il dispendio energetico mediante lo stimolo del sistema nervoso. Dunque, non solo aiuta riducendo l’appetito e stimolando il senso di sazietà, ma aumenta il metabolismo a riposo, ossia le energie di base necessarie al nostro organismo per vivere, con calorie spese maggiori e conseguente perdita di peso. L’acqua, inoltre, rende anche più efficiente il funzionamento del nostro organismo”. Come? Attraverso un più veloce trasporto di sostanze nutritive, una migliore regolazione della temperatura corporea, una più efficace soluzione di molti materiali organici e inorganici e lubrificazione delle articolazioni e degli organi interni e anche una più veloce formazione di cellule e tessuti.

Per ritrovare la propria forma aiutandosi anche con l’idratazione è necessario seguire alcune semplici accortezze volte a favorire il dimagrimento. In primis, occorre evitare tutte le bevande caloriche come succhi, bibite zuccherate, tè o caffè con zucchero, optando piuttosto per un semplice bicchiere d’acqua. In questo modo si potrà ridurre l’apporto calorico giornaliero anche di 250kcal4. Per chi non vuole, tuttavia, rinunciare al gusto, è possibile sostituire queste bibite con alternative più light come, ad esempio, le acque aromatizzate, realizzabili anche in casa con frutta, verdura ed erbe aromatiche. Un’opzione sana e ipocalorica che permette di stimolare la diuresi senza rinunciare al gusto.  Alcuni degli ingredienti ideali per realizzarle sono limone, lime, cetriolo con buccia a fette, foglie di menta o zenzero, materie prime dalle forti proprietà drenanti e disintossicanti5.

Una dieta bilanciata prevede l’assunzione di circa 2.000 kilocalorie al giorno e l’apporto di 2 litri di acqua. Ma per stimolare l’organismo e facilitare la remise en forme è fondamentale aumentare i litri assunti ogni giorno, non solo bevendo semplicemente di più ma anche introducendo nella propria dieta ingredienti ad alto contenuto di acqua, che generalmente contribuiscono al 20%3 dell’apporto giornaliero di questo elemento.  Si consiglia quindi di mangiare più alimenti come frutta, specialmente l’anguria, il melone e le mele, ricche di acqua e sali minerali, verdura, in particolar modo, cetrioli, zucchine, finocchi e spinaci, composti al 95% di acqua, ma anche uova, latte e suoi derivati.

 

 

Leggi anche:

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)