L’elicottero sperimentale della NASA è salito dalla superficie rossa polverosa nell’aria sottile del pianeta Marte, eseguendo così il primo volo a motore su un altro pianeta.

 

I controllori di volo in California hanno confermato il breve passaggio di Ingenuity su Marte dopo aver ricevuto i dati tramite il rover Perseverance, che stava di guardia a più di 200 piedi di distanza.

Il trionfo è stato salutato come lo storico primo volo dei fratelli Wright. Infatti, il mini elicottero da quattro libbre, chiamato Ingenuity, trasportava un po’ di tessuto alare del Wright Flyer del 1903.

“I dati dell’Altimetro confermano che Ingenuity ha effettuato il suo primo volo, il primo volo di un aereo a motore su un altro pianeta”, ha detto il capo pilota dell’elicottero sulla Terra, Havard Grip, la sua voce è stata surclassata dagli applausi della squadra di esperti che seguivano le fasi del primo volo dal Jet Propulsion Laboratory della NASA a Pasadena.

È stato un breve volo, solo 39 secondi, ma ha raggiunto tutte i principali obiettivi, tutte pietre miliari della storia dell’umanità. Ingenuity è costato 85 milioni di dollari.

Gli scienziati di tutto il mondo hanno applaudito il successo. E anche dallo spazio, l’astronauta della NASA Victor Glover ha twittato dalla Stazione Spaziale Internazionale: “#MarsHelicopter Completato il primo volo su un altro mondo”.

“Un modo completamente nuovo di esplorare il terreno alieno nel nostro sistema solare è ora a nostra disposizione”, ha dichiarato daniel Brown, astronomo della Nottingham Trent University. I futuri elicotteri potrebbero servire come esploratori ultraterreni per i rover e, alla fine, sostituire gli astronauti in luoghi difficili e pericolosi. Ci sono volute più di tre ore strazianti di attesa prima di sapere se il volo pre-programmato era riuscito, il tempo necessario per far arrivare sulla Terra i dati partiti da 285 milioni di chilometri di distanza. Ansia aumentata da un errore del software che ha impedito all’elicottero di sollevarsi una settimana prima e ha impegnato duramente gli ingegneri per trovare una soluzione. Altri applausi e risate quando la prima foto in bianco e nero di Ingenuity è apparsa sugli schermi, mostrando la sua ombra mentre aleggiava sopra la superficie di Marte. Poi sono arrivate le splendide immagini a colori dell’elicottero che scende in superficie, scattate da Perseverance.

L’elicottero ha raggiunto l’altitudine prevista di 3 metri, secondo i dati dell’altimetro, e si è librato per ben 30 secondi, apparendo stabile. Il primo volo del Wright Flyer dei fratelli Wright durò solo 12 secondi. Per fare tutto questo, le due pale del rotore controrotante dell’elicottero hanno girato a 2.500 giri al minuto, cinque volte più velocemente che sulla Terra. L’atmosfera di Marte è appena l’1% di quella della Terra, quindi gli ingegneri per raggiungere gli obiettivi prefissati hanno dovuto costruire un elicottero abbastanza leggero, con pale che girano abbastanza velocemente. Allo stesso tempo, doveva essere abbastanza robusto da resistere al vento marziano e al freddo estremo.

Più di sei anni di lavoro, Ingenuity è un eli-drone alto 7 metri, ha quattro appoggi a terra. La sua fusoliera contiene tutte le batterie, i riscaldatori e i sensori. I rotori in fibra di carbonio riempiti di schiuma sono i pezzi più grandi: ogni coppia si estende per circa 15 metri da punta a punta. L’elicottero drone è sormontato da un pannello solare per ricaricare le batterie, cruciale per la sua sopravvivenza durante le notti marziane a meno 54,5 gradi Celsius. L’aeroporto marziano base dell’elicottero è stato chiamato “Wright Brothers Field”. Sulla Terra, la tecnologia potrebbe consentire agli elicotteri droni di raggiungere nuovi obiettivi, come navigare più facilmente sull’Himalaya.

 

 

 

Leggi anche:

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)