Domenica 21 marzo si troverà ad appena 2 milioni di chilometri di distanza dalla superficie terrestre.

 

Un gigantesco asteroide con un diametro stimato di circa 1 chilometro transiterà molto vicino alla Terra, regalando agli astronomi un’occasione unica per essere studiarlo a fondo. Il “sasso spaziale”, chiamato (231937) 2001 FO32, domenica 21 marzo si troverà ad appena 2 milioni di chilometri di distanza dalla superficie terrestre.

Può apparire una distanza enorme, essendo oltre cinque volte quella che ci separa dalla Luna – che orbita in media a 384mila chilometri dal pianeta -, ma in termini squisitamente astronomici è un’inezia. Non a caso viene incluso dalla NASA nell’elenco dei PHO/PHA, acronimo di oggetto/asteroide potenzialmente pericoloso. Tale classificazione riguarda tutti gli oggetti che hanno un diametro di almeno 150 metri e che presentano una distanza minima all’intersezione dell’orbita (MOID) con la Terra inferiore alle 0,05 Unità Astronomiche, ovvero poco meno di 7,5 milioni di chilometri (una UA è pari alla distanza che separa il Sole dalla Terra, circa 152 milioni di chilometri).

Al momento le dimensioni dell’asteroide (231937) 2001 FO32 sono solo stimate, e il suo diametro potrebbe leggermente maggiore (fino a 1,7 km) o inferiore (tra 440 e 680 metri, secondo le analisi del team NEOWISE). Il passaggio ravvicinato del 21 marzo, durante il quale verrà puntato dai più grandi e sensibili telescopi della Terra, permetterà non solo di saperne di più sulle reali dimensioni, ma anche della sua composizione minerale.

Dal modo in cui viene riflessa e assorbita la luce del Sole (il cosiddetto spettro luminoso), infatti, gli scienziati possono determinare numerose caratteristiche chimiche e geologiche di questi misteriosi e affascinanti oggetti, che vagano da miliardi di anni nel cuore del Sistema Solare. Tra gli strumenti che lo metteranno nel mirino ci sarà sicuramente l’Infrared Telescope Facility (IRTF) della NASA, dotato di un potente spettrografo: ha uno specchio di 3,2 metri ed è posizionato in cima al vulcano Mauna Kea, nelle isole Hawaii.

 

 

Leggi anche:

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.