Denominata B.1.1.318, è stata classificata come “variante sotto investigazione” dal PHE che ha segnalato 16 casi, tutti in Inghilterra.

I ricercatori britannici hanno identificato un’altra nuova variante del coronavirus, chiamata B.1.1.318 e classificata come “variante sotto investigazione” dal Public Health England (PHE) che ha designato la mutazione come “Variant under Investigation (VUI) 202102/04”. Finora, secondo l’ultimo rapporto dell’Agenzia esecutiva britannica, sono stati confermati 16 casi, tutti in Inghilterra, anche se al momento, le autorità sarebbero meno preoccupate da questo ceppo. Gli esperti sospettano che la nuova variante si sia originata nel Regno Unito, identificata per la prima volta lo scorso 15 febbraio dal sistema di sorveglianza mediante sequenziamento del genoma virale. “Tutti i soggetti risultati positivi e i loro contatti sono stati rintracciati e invitati a isolarsi” afferma il PHE in una nota.

 

La nuova variante B.1.1.318

La nuova variante di Sars-Cov-2 presenta la mutazione E484K, lo stesso cambiamento rilevato in diverse altre varianti, tra cui la sudafricana (501Y.2) e la brasiliana (P.1), che sta suscitando i timori internazionali. L’alterazione riguarda il sito di legame al recettore (RBD) della proteina Spike che il coronavirus utilizza per legare le cellule umane e penetrare al loro interno, che potrebbe in parte permette al virus di sfuggire al riconoscimento degli anticorpi indotti dagli attuali vaccini o da una precedente infezione.

Non presenta, però, un’altra insidiosa mutazione, chiamata N501Y, osservata invece nella variante inglese (B.1.1.7) , in quella sudafricana (501Y.V2) e anche nella brasiliana (P.1), ovvero nei ceppi che, nella classificazione britannica sono indicate come “varianti di preoccupazione” (Variant of Concern, VOC), cui è stata attribuita una maggiore trasmissibilità.

Con l’aggiunta della nuova variante B.1.1.318 nell’elenco britannico, salgono a quota 8 le versioni di Sars-Cov-2 segnalate nel Regno Unito, quattro VOC – inglese (B.1.1.7), sudafricana (501Y.V2), brasiliana (P.1) e inglese (B.1.1.7 con E484K) – e quattro VUI – brasiliana (P.2), Liverpool (A.23 con E484K), nigeriana (B.1.525) e la nuova inglese (B.1.1.318).

 

 

 

Leggi anche:

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.