Un’alternativa ai processi esistenti per la produzione di acetone e isopropanolo dal petrolio o dal gas naturale.

 

 

 

‎Gas emessi nell’inquinamento industriale, compresa la CO‎2‎ , può essere convertito in due sostanze chimiche utili (acetone e isopropanolo) utilizzando batteri ingegnerizzati, secondo quanto riportato studio pubblicato ‎‎su Nature Biotechnology‎‎. Questo metodo fornisce un’alternativa negativa al carbonio agli attuali processi per la produzione di queste sostanze chimiche dal petrolio o dal gas naturale.‎

‎La fermentazione microbica, utilizzata nell’industria alimentare per produrre yogurt, birra e altri prodotti, è un approccio promettente per la produzione di un’ampia varietà di sostanze chimiche da fonti di combustibili non fossili.

La maggior parte del lavoro in questo campo si è affidata a microbi che fermentano gli zuccheri; tuttavia, l’uso di zuccheri come materia prima è costoso e aumenta le emissioni totali di gas a effetto serra nel processo di produzione. Alcuni batteri, tuttavia, sono in grado di fermentare il gas, convertendo CO.‎2‎ in molecole più complesse. Un’opportunità per trasformare in prodotti utili i gas presenti nelle emissioni industriali o generati da biomassa e rifiuti urbani.‎

‎Michael Köpke, Michael Jewett e colleghi di varie università americane, mostrano come il batterio ‎‎Clostridium autoethanogenum‎‎ possa essere geneticamente modificato per sintetizzare sostanze chimiche che normalmente non produce.

Gli autori dimostrano la produzione di acetone e isopropanolo – due sostanze chimiche con un mercato globale combinato di oltre 10 miliardi di dollari – con alta efficienza e selettività in un esperimento pilota su scala industriale.

Mentre i processi esistenti per la produzione di queste sostanze chimiche dal petrolio o dal gas naturale contribuiscono al cambiamento climatico, il sistema descritto da Köpke e colleghi fissa più carbonio di quello che emette.‎

‎Gli autori suggeriscono che la loro alternativa sostenibile per la produzione di acetone e isopropanolo può essere adattata per produrre una vasta gamma di altre sostanze chimiche utili.‎

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)

.