Molte persone usano l’attività fisica come un modo per mantenere una buona salute psico-fisica, ma l’esercizio può anche avere un impatto positivo sulla qualità del sonno.

 

L’esperta April Mayer, rivela il ruolo fondamentale dell’esercizio per aiutarti a dormire meglio e migliorare la qualità del sonno.

 

L’esercizio fisico può alterare il ritmo del sonno?

Un maggiore coinvolgimento nell’attività fisica su base regolare aiuta a consumare energia e affaticare i muscoli, il che significa che è più probabile che le persone si addormentino rapidamente dopo aver spento le luci. L’esercizio fisico supporta anche schemi di sonno più lunghi e profondi, il che significa che è probabile che si dorma male a causa di eventuali interruzioni. A sua volta, il sonno ininterrotto migliora la riparazione muscolare e il sistema immunitario.

 

È necessario dormire di più se pratichi un’attività fisica regolare?

Partecipare a circa 150 minuti di attività fisica moderata ogni settimana e generalmente condurre uno stile di vita più attivo aumenta la necessità di dormire di più. In media, tende a darti circa 7-8 ore di sonno profondo e ininterrotto.

 

È possibile che l’esercizio fisico possa aiutare le persone con disturbi del sonno?

I disturbi del sonno colpiscono milioni di persone in tutto il mondo, ma l’esercizio fisico può in effetti fornire un certo sollievo alle persone che convivono con questi disturbi. Uno studio condotto dalla Northwestern University ha scoperto che l’insonnia diagnosticata migliorava effettuando tra i 30 e i 40 minuti di esercizio a settimana. Gli insonni partecipanti allo studio hanno ottenuto un ritmo del sonno migliore e una durata del sonno allungata di circa 1,25 ore. Di conseguenza, è stato dimostrato che l’esercizio allevia la privazione del sonno per alcune persone con insonnia.

 

Quali sono i principali benefici per la salute mentale dell’esercizio?

Accanto ai vantaggi fisici dell’esercizio ci sono gli innegabili benefici per la salute mentale e il benessere di un individuo. Che si tratti di un breve giro in bicicletta o di una passeggiata mattutina, sia l’esercizio fisico leggero che quello più intenso possono aiutare a produrre endorfine e quindi ridurre qualsiasi sensazione di stress o ansia. Questa sensazione più positiva e senza stress nella mente può anche portare a un sonno migliore.

 

L’esercizio fisico può avere un impatto negativo sui modelli di sonno?

Sebbene il sonno svolga un ruolo fondamentale nell’aiutare a dormire meglio, è importante tenere a mente che essere troppo attivi nel corso della giornata può anche avere un effetto negativo sui modelli di sonno. L’esercizio fisico aumenta la frequenza cardiaca e la temperatura corporea, il che può aumentare il tempo necessario per rilassarsi e addormentarsi. Di conseguenza, si consiglia di astenersi dall’attività fisica almeno 2 o 3 ore prima di pianificare di dormire per evitare qualsiasi impatto negativo sul sonno.

 

L’esercizio quotidiano migliora la qualità del sonno?

L’esercizio fisico migliora sicuramente la qualità del sonno, sia che si tratti di un esercizio moderato o ad alto impatto. Solo 30 minuti di attività fisica al giorno, come camminare, nuotare o andare in bicicletta, migliorano il sonno purché le persone siano coerenti e rendano l’esercizio fisico parte della loro routine giornaliera.

 

 

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)

.