Si cerca di capire come possa aver contratto il virus.

 

 

È il primo caso al mondo di contagio da coronavirus in utero, durante la gravidanza ed ha subito allertato gli specialisti a livello internazionale. Un comportamento simile all’Hiv. E come è possibile se il virus si trasmette solo per via aerea? Domande alle quali presto si darà risposta. Intanto, la notizia. Un bambino nato all’ospedale Beauregard di Aosta è risultato positivo all’infezione da nuovo coronavirus. Il parto è avvenuto la scorsa settimana, nella notte tra giovedì e venerdì.

La madre, residente in una zona della periferia di Aosta, anche lei positiva, ha partorito con 38 di febbre. Il risultato del tampone è arrivato il giorno dopo la nascita. Sono due le donne positive al Covid-19 che nei giorni scorsi hanno partorito all’ospedale Beauregard. In uno dei due casi il bambino, nato pretermine, è risultato positivo al virus. Il piccolo sta bene ed è asintomatico, così come la donna. Per sicurezza verrà tenuto in osservazione, in isolamento assieme alla mamma, per 15 giorni. Nei precedenti casi studiati a livello internazionale il contagio è sempre avvenuto attraverso lo stretto contatto con la madre nelle prime ore di vita e non in utero. Questa la notizia di valore scientifico. Mamma e neonato comunque stanno bene.

All’interno dell’ospedale Beuregard è stata riorganizzata la degenza nei reparti di Ostetricia e Pediatria. In Valle d’Aosta fino a oggi l’epidemia ha causato 993 positivi e 123 decessi. Il ritorno ai «casi zero» è previsto non prima del 13 maggio.

 

Leggi anche:

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.