Una patologia spesso invalidante ma che non viene curata dai pazienti come si deve.

 

 

La colite ulcerosa lieve moderata è una malattia invalidante che risulta in crescita nel nostro Paese. Colpisce circa 150mila persone in Italia e mina la qualità di vita del paziente.

Per controllarla sono disponibili diversi farmaci tra i quali la mesalazina che rappresenta la terapia di prima linea secondo le più recenti linee guida della European Crohn’s and Colitis Organisation (ECCO).

Risulta però fondamentale seguire scrupolosamente le indicazioni terapeutiche. Scarsa è infatti l’aderenza ai trattamenti prescritti: almeno il 40% dei pazienti non si attiene alle indicazioni date dal medico curante.

Leggi anche:

Foto crediti: Envato Elelents (ove non diversamente specificato)

Riproduzione riservata (c)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.