HeatingForce.co.uk ha analizzato i dati sui sistemi energetici intelligenti nell’ambito del programma Horizon 2020 per scoprire i paesi che ricevono più finanziamenti per i loro progetti.

 

Al fine di ridurre le emissioni di carbonio, l’Unione europea ha istituito il programma quadro Horizon 2020 (2014-2020), il più grande progetto di ricerca e innovazione dell’UE che esamina i sistemi energetici intelligenti per un futuro di energia sostenibile e rinnovabile. Interessato all’energia sostenibile,

  • La Spagna ha ricevuto il 41,41% dei finanziamenti dall’Unione Europea per progetti di energia sostenibile – € 160.148.586
  • Al secondo posto l’Italia con il 17,22% – € 66.592.870 per finanziare progetti energetici
  • La Francia (12,36%) e il Regno Unito (7,5%) sono rispettivamente al terzo e quarto posto
  • Un totale di € 386.708.062 è stato assegnato dall’UE per finanziare progetti di energia sostenibile in tutto il mondo tra il 2014 e il 2020

 

Per affrontare la sfida energetica (un impegno riconosciuto a livello mondiale per ridurre le emissioni di carbonio), l’Unione europea ha istituito il programma quadro Horizon 2020 (2014-2020), il più grande progetto di ricerca e innovazione dell’UE che esamina sistemi energetici intelligenti per un futuro delle energie rinnovabili. Interessato all’energia sostenibile, HeatingForce.co.uk ha analizzato i dati sui sistemi energetici intelligenti nell’ambito del programma Horizon 2020 per scoprire i paesi che ricevono più finanziamenti per i loro progetti.

 

Paesi che hanno ricevuto più finanziamenti

Il paese che ha ricevuto il maggior finanziamento dal programma Horizon 2020 dell’Unione Europea, con un’enorme somma di € 160.148.586, è la Spagna (41,41% del finanziamento totale)! La Spagna vanta 15 progetti di ricerca e innovazione che rappresentano quasi il 25% dei 58 progetti totali inclusi nei dati. Il progetto più prolifico, pari a quasi il 20% (31.874.538 euro) dei finanziamenti spagnoli, appartiene a SmartEnCity, concentrandosi su energia termica, raffreddamento, elettricità e gas. Lo scopo del suo finanziamento IA (Innovation Action) è dimostrare la sua idea e il suo concetto al mercato.

Con il 17,22% dei finanziamenti, l’Italia è al secondo posto ricevendo 66.592.870 euro. In totale, l’Italia coordina 11 progetti cioè quasi il 19% dei 58 progetti totali analizzati. REWARDHeat (specializzato nel settore dell’energia termica) ha ricevuto il 28,57% dei fondi totali del paese. Il progetto ha ricevuto € 19.023.298 come fondo IA per dimostrare la sua fattibilità al mercato.

Al terzo posto si trova la Francia, che ha ottenuto il 12,36% del finanziamento totale, pari a 47.779.515 euro. I cinque progetti della Francia rappresentano l’8,5% di tutti i 58 progetti analizzati e il suo progetto principale appartiene a SMARTER TOGETHER, accumulando un enorme 62,37% (€ 29,801,762 per il suo schema di finanziamento IA) del finanziamento totale del paese nell’ambito del programma Horizon 2020 dell’UE. L’obiettivo del progetto è scoprire soluzioni intelligenti e inclusive per una vita migliore nei distretti urbani ed è in corso da quasi cinque anni.

È interessante notare che il sito HeatingForce.co.uk può rivelare che il Regno Unito ha ricevuto il 7,5% del finanziamento, che equivale all’incredibile cifra di 28.998.672 €. Sebbene il Regno Unito abbia ufficialmente lasciato l’Unione Europea, l’accordo Brexit ha assicurato un accordo per continuare il programma quadro Horizon 2020 ei suoi sei progetti contano per il 10% dei progetti totali di Horizon. Il suo più grande progetto THERMOSS, con uno schema di finanziamento IA, ha portato il 30,33% (€ 8.796.474) del finanziamento del paese, concentrandosi in sistemi di riscaldamento e raffreddamento che operano all’interno di infrastrutture di edifici e reti/distretti (sistema energetico complesso).

Al quinto posto c’è la Finlandia con il 4,93% (19.083.828 €) dei finanziamenti del programma quadro Orizzonte 2020. Dei due progetti di ricerca e innovazione della Finlandia, STORY ha portato l’80,45% dei finanziamenti del paese – un enorme € 15.353.840 rispetto all’altro progetto finlandese Spine, che ha acquisito € 3.729.988 (19,55%). Spine è stato finanziato come programma RIA (Research and Innovation Action) che indaga sulla fattibilità di nuove soluzioni sostenibili.

 

Paesi che hanno ricevuto meno finanziamenti

Il paese che ha ricevuto meno finanziamenti dal programma quadro Horizon 2020 dell’UE è l’Irlanda con lo 0,52% (€ 1.999.849) del finanziamento totale assegnato, in netto contrasto con il 41,41% della Spagna. Ciò è in gran parte dovuto al fatto che l’Irlanda ha coordinato un solo progetto, E2District, che ha ricevuto € 1.999.849.

L’Austria è il secondo paese meno finanziato all’interno del programma Horizon poiché i suoi due progetti hanno ricevuto solo € 4.725.175, pari all’1,22% di tutti i finanziamenti. HotMaps ha ricevuto il 63,42% dei finanziamenti per la ricerca e l’innovazione del paese per il suo programma RIA nei settori dell’energia di riscaldamento e raffreddamento.

Secondo uno studio di SaveOnEnergy.com/uk/, l’Austria è stata considerata il terzo paese più interessato a salvare il pianeta, quindi la sua bassa classifica dei finanziamenti non riflette il desiderio di sostenibilità della sua popolazione. Successivamente, Israele si classifica come il terzo paese meno finanziato dal programma dell’UE: il paese ha ricevuto l’1,59% (6.139.296 €) del finanziamento di Horizon per il suo unico progetto. È interessante notare che TOPAs è l’unico progetto all’interno del programma quadro Horizon 2020 non coordinato da un paese dell’Europa occidentale o settentrionale. Con uno schema di finanziamento IA, l’obiettivo del progetto ha esaminato l’uso singolare del controllo della temperatura all’interno di diverse aree di un edificio.

 

 

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *