Un nuovo studio evidenzia che usare le sigarette elettroniche assieme a quelle normali è nocivo quanto fumare solamente sigarette.

 

La crociata contro il fumo negli Stati Uniti non conosce sosta. Un nuovo studio pubblicato sul giornale Circulation infatti mette in guardia sul fumare contemporaneamente sigarette tradizionali e sigarette elettroniche, affermando che in questo caso il rischio di andare incontro a malattie cardiovascolari indotte dal fumo è praticamente identico a quello che si ha fumando le sole bionde.

I dati dono stati presi da un largo database di oltre 7.100 persone maggiorenni, delle quali si sono cercati marcatori biologici nei test di sangue e urine di infiammazione e stress ossidativo, che a loro volta sono predittori di eventi quali infarto e insufficienza cardiaca.

La popolazione campione è quindi stata divisa in gruppi a seconda delle loro abitudini in un periodo di 30 giorni: non fumatori, fumatori esclusivamente di sigarette, svapatori e fumatori di entrambi.

I risultati hanno mostrato che chi svapa ha profili di stress ossidativo e infiammazione pari a chi non fuma e molto minori di chi usa le sigarette tradizionali, ma svapare e fumare assieme comporta livelli dei biomarcatori uguali ai fumatori normali.

L’intento del lavoro, secondo gli autori, è quello di dimostrare ai fumatori di abbandonare completamente l’uso delle sigarette tradizionali e di evidenziare loro il rischio di svapare e fumare assieme.

 

 

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *