Uno studio cinese ha individuato un farmaco potenzialmente più efficace del discusso remdesivir per il trattamento dell’infezione da coronavirus.

 

Ricercatori dell’Istitute of advance technologies di Shenzen, in Cina, hanno identificato un farmaco con un potenziale curativo per il Covid-19. Si tratta del pralatrexate, un chemioterapico usato dal 2009 per il trattamento del linfoma.

Secondo gli studiosi sarebbe in grado di inibire la replicazione del virus con un’attività molto più sostenuta del remdesivir, farmaco la cui efficacia contro il coronavirus è ancora oggetto di verifica.

Per scoprire gli effetti del pralatrexate i cinesi si sono affidati all’intelligenza artificiale, sottoponendo all’analisi circa duemila farmaci già esistenti: le simulazioni al computer ne hanno studiato le interazioni con il virus, in particolare la capacità di impedirne la replicazione colpendo la proteina RdRP, caratteristica dei virus a RNA.

Dallo screeening sono rimasti in lizza quattro farmaci, tra cui il palatrexate. In laboratorio la sua efficacia è stata testata prendendo come riferimento il remdesivir e i risultati sono stati positivi.

Tuttavia, come spiegano i ricercatori su  PLOS Computational Biology, il farmaco, essendo un chemioterapico, ha pesanti effetti collaterali tipici di questa classe di medicinali.

 

 

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *