Le infusioni di proteine per ridurre l’infiammazione riducono significativamente le placche nelle arterie dopo un anno di trattamento.

 

Le persone con psoriasi trattate con terapia biologica, cioè tramite iniezioni o infusioni di proteine per sopprimere il processo di infiammazione sistemica bloccando le citochine (proteine che lo promuovono), hanno mostrato una riduzione di aterosclerosi (la formazione di placche nelle arterie) dopo un anno di trattamento. Le placche aterosclerotiche, quando si staccano, possono causare infarto e ictus.

Lo studio, pubblicato su Circulation: Cardiovascular Imaging, ha coinvolto 209 persone tra i 37 e i 62 anni, di cui 124 hanno ricevuto il trattamento biologico. L’effetto della terapia sulle arterie è stato valutato tramite tomografia computerizzata prima e dopo un anno di cura.

Alla fine dello studio i pazienti che avevano ricevuto la terapia hanno mostrato una riduzione dell’8% delle placche rispetto a chi invece era stato trattato solo con creme topiche per la psoriasi, che invece hanno aumentato l’accrescimento delle placche.

La ricerca ha implicazioni non solo per chi soffre di psoriasi, ma anche per i malati di HIV, lupus e artrite reumatoide, tutte malattie con infiammazione cronica che porta a un aumento di rischio cardiovascolare.

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *