La situazione in Italia e nel mondo.

 

In Italia

Il numero dei positivi al Coronavirus confermati è salito a quota 247.537 (più 379 in 24 ore, ieri il più era di 382), di cui guariti 199.974 (più 178, ieri più 1.040) e 35.141 morti (più 9, ieri più 3).

 

Nel mondo

Casi positivi confermati 17.321.394 (più 282.234); morti totali 673.822 (più 6.738); guariti in totale dall’inizio della pandemia 10.155.026 (più 190.348).

 

CTS contro treni ad alta velocità

Niente più distanziamento fisico sui treni a lunga percorrenza Frecciargento e Frecciarossa di Trenitalia e sui treni Italo. Le compagnie ferroviarie hanno annunciato che da oggi si potrà viaggiare sui loro mezzi occupando il 100% dei posti a sedere. Questo perché sarebbero soddisfatte tutte le condizioni previste dal Dpcm del 14 luglio: misurazione della temperatura prima della partenza, autocertificazione da parte dei passeggeri di non aver avuto contatti con persone contagiate da Covid-19 e obbligo di mascherina. La notizia è stata accolta con irritazione dal Comitato tecnico scientifico, che esprime “forte preoccupazione”.

Otto Regioni con Rt sopra 1

Sono otto le Regioni italiane in cui l’indice di contagio Rt è superiore a 1. La scorsa settimana erano sei. Stando all’ultimo report di ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità, superano la soglia di attenzione in particolare la Campania e la Sicilia, oltre alle Province autonome di Bolzano e Trento. Rimangono sopra 1 il Veneto (1,66, il valore più alto in questa rilevazione), l’Emilia-Romagna, il Lazio e la Liguria. Tornano lievemente sotto 1 la Lombardia e il Piemonte (0,87). A zero Calabria e Valle d’Aosta.

Sabaudia, bagnino positivo

Un bagnino in servizio sulla spiaggia di Sabaudia è risultato positivo al Coronavirus: l’esito del tampone è arrivato ieri sera. La Asl di Latina, come da prassi, ha avviato l’indagine epidemiologica e sta risalendo ai suoi contatti, per sottoporli a test e ad isolamento.

OMS ai giovani: “Non siete invincibili”

Allarme dell’Organizzazione mondiale della Salute, secondo la quale l’età media dei nuovi contagiati da Coronavirus e dei ricoverati in terapia intensiva si è abbassata tra i 20 e i 39 anni: “I giovani possono essere infettati; i giovani possono morire; e i giovani possono trasmettere il virus agli altri. Ecco perché devono prendere le stesse precauzioni per proteggere sé stessi e gli altri di tutti gli altri. Attenzione alle discoteche”.

Virus ancora in casa

Massimo Galli, direttore di Malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano: “Abbiamo ancora più virus in casa di quello che arriva da fuori. Adesso la chiave è la sorveglianza. L’eliminazione del virus per decreto mi piacerebbe ma non è possibile”.

Bill Gates: “In Usa test inutili, i risultati arrivano tardi”

 

La maggior parte dei test per il Coronavirus fatti negli Stati Uniti sono uno “spreco totale” secondo Bill Gates, fondatore di Microsoft, che ne ha parlato in un’intervista alla Cnbc. Gates, molto attivo sul fronte della pandemia con la sua fondazione, ha spiegato che i risultati ci mettono troppo tempo ad arrivare, mentre le persone dovrebbero sapere quanto prima se hanno contratto il virus e iniziare l’isolamento. “È una follia pagare qualcuno per ottenere un test che richiede più di 48 ore per ottenere il risultato”, ha detto. “La maggior parte di quelli che vengono effettuati sono uno spreco completo. Dobbiamo dare delle priorità – ha aggiunto – È necessario assicurarsi che le comunità a basso reddito, che sono più a rischio, ottengano questi risultati entro 24 ore”.

“Nessuno dovrebbe pagare un dollaro per questo – così ancora il filantropo – è pazzesco. Serve una risposta immediata così si da cambiare subito il proprio comportamento ed evitare di infettare altre persone”.

Svezia

In Svezia, tra i pochi Paesi europei a non aver deciso per il lockdown e la chiusura delle attività economiche e produttive per contenere il contagio da Coronavirus, è stata raggiunta la soglia degli 80mila casi positivi. Per questo, il governo di Stoccolma ha dichiarato oggi che continuerà a incoraggiare le persone a lavorare da casa quando possibile fino al nuovo anno, soprattutto per evitare l’affollamento dei mezzi pubblici. Anche perché l’Agenzia per la salute pubblica ha osservato che “se i casi tornano a crescere, c’è un rischio considerevole di una nuova ondata della pandemia in autunno”.

Francia

In Francia le autorità sanitarie hanno confermato un “aumento considerevole” nel numero di casi di coronavirus, pari al 54 per cento in una settimana sul territorio nazionale (escludendo i dipartimenti d’oltremare). L’aumento ha riguardato tutte le fasce d’età, ma secondo l’agenzia nazionale di sanità pubblica, Santé publique France, preoccupano particolarmente i contagi di persone di età compresa tra i 20 e i 30 anni. Vi è stato un aumento del numero di pazienti ricoverati in ospedale con il Coronavirus. I nuovi casi nelle ultime 24 ore sono stati 1.377, un numero solo di poco più basso rispetto a quello del giorno precedente che aveva segnato il record dal mese di maggio. Anche il numero dei focolai è aumentato e ora sono 151. Sedici persone sono morte in ospedale nelle ultime 24 ore, portando il numero totale di morti dovuti al coronavirus in Francia a 30.254. I cittadini vengono incoraggiati, nonostante il gran caldo di questi giorni, a usare la mascherina.

 

 

 

 

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *